Intervista televisiva di Giuseppe Nucera a Markus Zohner: “Radio Frankenstein”

Markus Zohner, direttore e fondatore della compagnia teatrale Markus Zohner Arts Company, spiega come lo sviluppo della scienza e della tecnica porti inevitabilmente a domande fondamentali sull’identità umana. Radio Frankenstein, spettacolo realizzato in collaborazione con JRC (Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea), andrà in scena il 29 settembre al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” in occasione del Meet Me Tonight di Milano.

 

Ci sentiamo la stessa persona anche se le nostre cellule si rinnovano in continuazione. Saremo capaci di “aggiustare” il nostro corpo come ripariamo la nostra macchina? Manterremo la nostra identità se stamperemo un nuovo fegato, cuore o cervello?
Radio Frankenstein è una performance artistica che studia le odierne possibilità scientifiche e tecniche di modificare, manipolare e creare corpi umani, proiettandole in un futuro prossimo in cui saremo in grado di trapiantare persino una testa umana su un nuovo corpo.

Già oggi, le stampanti 3D sono in grado di realizzare una calotta cranica, cartilagine e muscoli scheletrici a partire da materiali simili alla plastica e cellule vive di esseri umani, conigli, ratti o topi.

Saremo sempre gli stessi se aggiungeremo qualche terabyte al nostro cervello? Cosa succederà al nostro Sé se trapianteremo la nostra vecchia testa in un corpo giovane? Ciò che apparteneva alla fantasia umana fino a ieri, oggi è diventata realtà.

Perdere la testa e dar corpo a una nuova identità: critica di AZIONE per RADIO FRANKENSTEIN

Perdere la testa e dar corpo a una nuova identità

In scena il nuovo progetto teatrale dell’attore e regista svizzero indaga sulle implicazioni etiche legate ai futuri sviluppi della medicina
/ 18.09.2017
di Giorgio Thoeni

Con il recente debutto al Teatro Foce di Lugano di Radio Frankenstein, la vena creativa di Markus Zohner questa volta è al passo con i tempi e coglie spunto dalla stretta attualità per farci riflettere su un tema che si colloca perfettamente sulla scia del ciclo di approfondimenti «sulle origini del tutto» che il regista e attore da tempo realizza con interviste a tutto campo per la sua Radio Petruska destinata ad ascolti in podcast. L’attualità è quella legata al progetto di Sergio Canavero, il neurochirurgo italiano che vorrebbe trapiantare la testa di un paziente sul corpo di un uomo deceduto per morte cerebrale.

La notizia, che ha il sapore del paradosso, era stata data nel 2015 ma dopo aver fatto il giro del mondo sta ancora facendo discutere la scienza e l’etica soprattutto dopo che sappiamo che l’intervento, battezzato «Heaven» (paradiso), verrà realizzato entro la fine dell’anno in Cina. La nazione ospite sembra infatti aver garantito il suo finanziamento dichiarandosi disponibile a quella delicatissima e costosa operazione (11 milioni di euro, 36 ore di intervento e un’équipe di 150 medici) che, secondo il neurochirurgo, rappresenterebbe il primo passo verso l’immortalità. Una certezza conquistata dopo aver già eseguito il trapianto su nove topi.

Il dibattito che il progetto ha generato, soprattutto sul piano etico e morale, è spesso sfociato in polemiche ma soprattutto ha suggerito un paragone con l’esperimento del dottor Victor Frankenstein, il moderno Prometeo nato dalla fantasia letteraria di Mary Shelley ha ispirato la versione teatrale di Zohner che ha messo in scena con la sua compagnia una sorta di quarta parete subliminale fra pubblico presente in «numerus clausus», una sala operatoria e uno studio radiofonico. Il pubblico viene dapprima invitato a riempire un formulario anonimo rispondendo a domande sul valore del proprio corpo in relazione ai sentimenti, a risvolti venali, al senso del sacrificio. Gli spettatori vengono poi accolti in video da un’empatica operatrice e successivamente prendono posto su sedie allineate sul palcoscenico. Di fronte a loro due speaker enunciano la filosofia di «Radio Frankenstein», «la radio che ti fa essere ciò che sei». I due sono anche i chirurghi alle prese con un’anamnesi sdoppiata fra pubblico e vittima sacrificale, contrario a cedere la testa all’infelice proprietario di un corpo deforme. Andrà verso una nuova identità. E che cosa ci fa essere ciò che siamo? Siamo esseri umani perché abbiamo un cuore e un cervello?

Giocato sulle corde di una fredda ironia, in poco più di un’ora il copione immaginato da Zohner ci smonta i meccanismi di una verità annunciata che entra nel labirinto di un paradosso dove arte e scienza giocano a rimpiattino su qualcosa che, probabilmente, rischia di accadere davvero. Sono bravi tutti. Da Zohner nelle vesti di autore e regista a tutti gli interpreti: Patrizia Barbuiani, Santiago Bello, Luca Domas, Alessandra Francolini, Igor Mamlenkov, David Matthäus Zurbuchen con il designer Sandro Pianetti.

 

RADIO FRANKENSTEIN: New performance by Markus Zohner Arts Company from Markus Zohner on Vimeo.

 

Seconda puntata della serie L’EVOLUZIONE DELL’UOMO : NON RADICI MA GAMBE: LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA.

Seconda puntata della serie L’EVOLUZIONE DELL’UOMO : NON RADICI MA GAMBE: LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA. | Z>ACT 2017 | 01/06/2017: DEAD END SPOON RIVER (anteprima), con la regia di Patrizia Barbuiani | Sette nuovi incontri: LA CREAZIONE DEL MONDO 17-23 luglio 2017 | Podcast: ERIGERSI. ALZARE LO SGUARDO. I PRIMI PASSI DELL’UOMO SULLA TERRA.


Lugano, 28 maggio  2017
 

Markus Zohner Arts Company Homepage                                              RADIO PETRUSKA HOMEPAGE

NON RADICI MA GAMBE: LE PRIME MIGRAZIONI. LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA. CON IL DR. FABIO DI VINCENZO, RICERCATORE E PALEOANTROPOLOGO AL MUSEO DI ANTROPOLOGIA „G. SERGI“ E AL LABORATORIO DI PALEOANTROPOLOGIA PRESSO L’UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA E MARKUS ZOHNER. 01:13:13
 


NON RADICI MA GAMBE: LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA.

CON IL DR. FABIO DI VINCENZO, RICERCATORE E PALEOANTROPOLOGO AL MUSEO DI ANTROPOLOGIA „G. SERGI“, E MARKUS ZOHNER

Con i suoi primi passi su due gambe, con gli occhi alzati e con lo sguardo verso l’orizzonte, l’uomo ha iniziato a migrare e a conquistare la Terra.
Come nasce la necessità di partire e lasciare la „culla dell’umanità“, l’Africa? Perché e come sono avvenute le prime migrazioni? Come ha fatto l’uomo a diffondersi su tutta la Terra, come ha fatto superare laghi e monti? Come ha fatto ad adattarsi alle diverse zone climatiche?
In questo secondo podcast si viaggia! Si comincia dall’Africa per poi spostarci verso Asia e Europa. Il Dr. fabio Di Vincenzo, ricercatore e paleoantropologo all’università di Roma La Sapienza, ci racconta come sono avvenuti gli spostamenti dei primi ominidi sulla Terra, dell’Homo di Neandertal e dell’Homo Sapiens.
Ascolta sull’app gratuita da AppStore e GooglePlay.

 
 
La prossima settimana: 

DEAD END SPOON RIVER con la regia di Patrizia Barbuiani al festival Poestate, giovedì 1 giugno 2017 ore 19.30, patio municipio Lugano

L’Antologia di Spoon River (Spoon River Anthology) è una raccolta di poesie che il poeta statunitense Edgar Lee Masters pubblicò tra il 1914 e il 1915 sul Mirror di St.Louis. Ogni poesia racconta, in forma di epitaffio, la vita di una delle persone sepolte nel cimitero di un immaginario paesino del Midwest statunitense.
Nella prefazione ad una delle edizioni italiane dell’opera, Fernanda Pivano scrive che „l’autore definiva questo libro qualcosa di meno della poesia e di più della prosa“ e, in effetti, la struttura netta e scarna dei versi sembra dare ragione a Masters. Il tono degli epitaffi è sempre „narrativo“, mai „declamatorio“ e la voce dei protagonisti è sfumata, priva di un vero rimpianto per il passato che non c’è più.
La particolarità del progetto DEAD END SPOON RIVER è la ripresa di composizioni di musica contemporanea che non sono più state eseguite e che vertono proprio sulla poetica di Edgar Lee Masters. 

Gabriele Marangoni svilupperà e comporrà una terza parte in cui i testi nuovi verranno scritti da Patrizia Barbuiani nello stile di epitaffio come da Masters, ma tracciando delle storie e dei quadri di vita e morte più contemporanei e legati alla nostra epoca e alla nostra realtà.

Un’orchestrazione di musica, suoni e voci per riproporre la poesia attraverso una chiave di ascolto visiva e sonora. Tre stralci dal vivo dei tre compositori, di cui non esistono registrazioni, per inquadrare un’opera letteraria e poetica che ha fatto storia.

 
„La stiratrice“, il nuovo romanzo di Patrizia Barbuiani
 
„La stiratrice“, disponibile il romanzo di Patrizia Barbuiani

L’incontro fatale fra uno scrittore famoso in piena crisi artistica e una donna enigmatica fa da sfondo a un intreccio singolare, in cui si incastrano, come scatole cinesi, racconti, pensieri, intuizioni, folgorazioni.
Il fascino sensuale della stiratrice, le sue splendide mani affusolate ed eburnee, la sua personale visione della vita, il mistero delle sue scelte anomale conquistano l’artista che rimane invischiato in una morbosa curiosità.
Mentre la donna rifugge le sue attenzioni galanti per ragioni segrete, lo scrittore attraverso quell’incontro passionale ritrova l’ispirazione per creare un nuovo romanzo.
Una trama sorprendente che tocca con vibranti toni poetici e ironica osservazione temi delicati quali l‘amore, la creazione, l‘ispirazione, la morte. Una storia sulla vita, accattivante, intelligente, dolce, provocante. Un romanzo meraviglioso.” Prof. Rodolfo Bianchi
Il libro può essere ordinato via email e viene inviato senza spese di spedizione: info@fizzo.ch

 
Aperte le iscrizioni:
LA CREATIVITÀ DELL’ATTIMO – CORSO INTENSIVO CON MARKUS ZOHNER
Z>ACT 2017 dal 24-28 luglio 2017 a Lugano
 

ANNIVERSARIO 2017: 30 ANNI MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY

Aperte le iscrizioni:

LA CREATIVITÀ DELL’ATTIMO – CORSO INTENSIVO CON MARKUS ZOHNER

Z>ACT 2017 dal 24-28 luglio 2017 a Lugano

RICERCA DELLA PROPRIA CREATIVITÀ, SUL LINGUAGGIO DEL CORPO E LA COMUNICAZIONE, CON MARKUS ZOHNER


Questo corso è adatto a tutte le persone interessate al teatro, principianti e non che svolgono qualsiasi professione e si basa sulla ricerca della propria creatività, sul linguaggio del corpo e la comunicazione.

Ogni partecipante svilupperà attraverso la tecnica dell’improvvisazione teatrale e il movimento corporeo una base e una comprensione del lavoro dell’attore.

Attraverso esercizi pratici di concentrazione, ritmo, abilità, percezione del tempo e dello spazio si raggiunge una maggiore padronanza del proprio corpo e della propria presenza individuale che verranno guidate in improvvisazioni individuali, a due o tre persone, a gruppi.

Partendo dal puro e semplice movimento, dalla ricerca di uno stato espressivo e passando poi alla parola si svilupperanno personaggi che daranno vita a storie drammatiche, comiche, assurde.

Informazioni e iscrizione

 
A CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO
Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio
A CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO
Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio
 

LA CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO
Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio

Da oggi, domenica 21 maggio 2017 alle ore 9:00

sull’applicazione gratuita RADIO PETRUSKA

disponibile su AppStore e GooglePlay


verranno pubblicati settimanalmente i sette podcast in cui Markus Zohner incontra grandi scienziati del mondo dell’antropologia, della biologia e dell’archeologia.


21/05/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Stefano Peduzzi:
Erigersi. Alzare lo sguardo. I primi passi dell’uomo sulla Terra.

28/05/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Fabio Di Vincenzo:

Non radici, ma gambe: le prime migrazioni. La storia evolutiva umana dalle origini africane alla diffusione planetaria.


11/06/2017: Markus Zohner incontra la Dr.ssa Aixa Andreetta:
La coesistenza di diverse specie umane sulla Terra. Incontro e confronto tra Homo Sapiens e Homo di Neandertal in Europa.


18/06/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Francesco Rubat Borel:  
“Agli estremi confini del mondo, dove sono le porte e le sedi della Notte”. Focus sul Ticino: dalla preistoria, fino alla traversata degli Argonauti alla ricerca del vello d’oro.


02/07/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Gastone Breccia:
Civiltà, migrazioni, guerre. Un viaggio nel lato oscuro della storia umana.

09/07/2017: Markus Zohner incontra la Prof.ssa Frances Pinnock:
Mesopotamia: la nascita della nostra civiltà.


16/07/2017: Markus Zohner incontra il Prof. Andrea Sommariva:
La migrazione nello spazio. I prossimi passi verso l’esplorazione e la colonizzazione dell’universo.


Il comunicato stampa

Scarica l’app gratuita di RADIO PETRUSKA da AppStore e GooglePlay

 
SAVE THE DATE: Sette nuovi incontri LA CREAZIONE DEL MONDO al Longlake Festival Lugano: 17 - 23 luglio 2017
 

ANNIVERSARIO 2017: 30 ANNI MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY
SAVE THE DATE: Sette nuovi incontri LA CREAZIONE DEL MONDO al Longlake Festival Lugano: 17 – 23 luglio 2017

Dopo il racconto della storia Dal Big Bang al Pensiero Umano nel 2015 e la serie della scorsa estate L’EVOLUZIONE DELL’UOMO, anche quest’anno la Markus Zohner Arts Company prosegue il suo progetto teatrale e culturale pluriennale in un nuovo ciclo di sette incontri LA CREAZIONE DEL MONDO.

Sognare di raccontare la storia più grandiosa. Immergersi in mari di domande, le cui risposte generano altri mari. Cercare di capire, di vedere, di afferrare, di intuire. Il desiderio di captare delle idee, di intravedere delle risposte, di scoprire delle tracce.
La speranza di illuminare, con queste nostre minuscole torce di pensiero e fantasia, l’infinità di quello che c’è stato, dei fenomeni che hanno fatto nascere il mondo, i continui sviluppi che ci hanno portato ad oggi, al qui e ora, a questo punto d’incrocio fra passato e futuro. A questo meraviglioso momento che ci permette di pensare, di discutere, di riflettere.

 
ERIGERSI. ALZARE LO SGUARDO. I PRIMI PASSI DELL'UOMO SULLA TERRA. CON STEFANO PEDUZZI, BIOCHIMICO E NEUROBIOLOGO, E MARKUS ZOHNER. - Online dal 21/05/2017
 


ERIGERSI. ALZARE LO SGUARDO. I PRIMI PASSI DELL’UOMO SULLA TERRA. CON STEFANO PEDUZZI, BIOCHIMICO E NEUROBIOLOGO, E MARKUS ZOHNER.

Quando e perché l’uomo si è eretto e che effetto ha fatto lo sguardo rialzato sullo sviluppo del cervello? Cosa differenzia l’umano dal resto delle specie? 
Il pensiero cos’è? Dove, nel cervello è nata la coscienza? 
Il pensiero produce il linguaggio o è il linguaggio a dare forma al pensiero?
Tenendo conto che i primi neuroni sono comparsi nelle meduse 15, 20 milioni di anni fa, se ci posizionassimo su una linea del tempo, noi esseri umani saremmo solo nell’ultima parte. Per noi il cervello è molto prezioso, ma ci sono organismi che il cervello non ce l’hanno, come i tunicati. Cosa ci rende così speciali e così diversi dalle altre specie? Qual è il salto che ci ha portati a differenziarci dagli scimpanzé?
Siamo infiniti? Per quanto il nostro cervello continuerà ad assimilare informazioni? Come si svilupperà nel futuro?
Una prima puntata ricca di domande sull’organo più “costoso” che abbiamo, ma che ci permette di capire come siamo e chi siamo.
Ascolta sull’app gratuita da AppStore e GooglePlay

 
 

FOTOGRAFIE DAI NOSTRI VIAGGI, DALLE PROVE E DAGLI EVENTI!

 
LA PAROLA – IMMAGINAZIONE TEATRALE. 
MARKUS ZOHNER INCONTRA JEAN-MARTIN ROY, MAESTRO DI CREAZIONE TEATRALE.

 
LA PAROLA – IMMAGINAZIONE TEATRALE. 

MARKUS ZOHNER INCONTRA JEAN-MARTIN ROY, MAESTRO DI CREAZIONE TEATRALE. 

Incontrare Jean-Martin Roy è incontrare uno dei miei maestri più importanti.
Il suo insegnameno, in un momento cruciale della mia vita, mi ha aperto le porte al mondo infinitamente ricco della creazione teatrale. 
La nascita della parola dal corpo e dalla voce, gli stretti legami fra immaginazione e espressione, le connessioni fra immaginazione, immagine, sentimento, suono e parola.
E la verità, la sua verità, la verità della persona, del personaggio. E la verità dell’attimo.
Che felicità, dopo tanti anni di lavori teatrali in tutto il mondo, re-incontrare Jean-Martin Roy, e immergermi, insieme a lui, in un mondo di pensieri sul teatro, sulla creazione, sulla fantasia, sulla parola, sull’uomo.

 
 
Ascolta subito!
 

 
Scarica la nuovissima APP di RADIO PETRUSKA!

La rivoluzione radiofonica in Ticino è iniziata: RADIO PETRUSKA, il primo podcast culturale indipendente della Svizzera Italiana arriva nelle tasche dei Ticinesi: scaricando la nuovissima APP di RADIO PETRUSKA sul tuo telefonino hai il ricevitore radiofonico del futuro sempre con te.
Scarica adesso gratuitamente l’APP nel App Store (iOS) e in GooglePlay (Android) con immediato accesso a tutti i podcast culturali di RADIO PETRUSKA.

 
 
Informazioni sull’APP
CREARE UN MONDO DI TEATRO IN TICINO. MARKUS ZOHNER INCONTRA VANIA LURASCHI, ORGANIZZATRICE DI TEATRO.

 

È ONLINE IL NUOVO PODCAST DELLA SERIE

ARTE | SCIENZA | VITA:

MICROSCOPIO SULLA POVERTÀ IN TICINO. MARKUS ZOHNER INCONTRA FRA MARTINO DOTTA, FRATE CAPPUCCINO

Povertà. In Svizzera. In Ticino. A Lugano.

Come nasce la povertà in un paese dei più ricchi del mondo? Esiste un mondo parallelo in Ticino, una società invisibile, uno strato di poveri? Ci sono persone che fanno la fame? Cosa sono le ragioni per la povertà, e quali possono essere i rimedi?


Tavolino apparecchiati! E d’incanto la tavola si imbandì di ogni prelibatezza. Ai tempi dei fratelli Grimm si faceva così, oggi ci pensa un frate cappuccino a sfamare i poveri del Ticino con il suo Tavolino Magico. Fra Martino Dotta ha creato un mondo alimentare e di solidarietà che si è diramato in tutto il Cantone.


Markus Zohner incontra un uomo di fede e di terrena autenticità.

 
 
Ascolta adesso!
 
SERVIZIO COMPLETO! 

Ti mandiamo l’App rivoluzionaria di RADIO PETRUSKA sul tuo cellulare!


Non hai ancora la nostra bellissima App, e non hai voglia di occupartene? Ti mandiamo l’App gratuita di RADIO PETRUSKA sul tuo cellulare! Inviaci un SMS al numero +41 79 620 23 62 scrivendo la marca del tuo telefono, e riceverai il link diretto per il download.

RADIO PETRUSKA – il primo Podcast culturale indipendente della Svizzera italiana, la rivoluzionaria app Radio Petruska disponibile gratuitamente su App Store e Google Play. 
Liberandosi dalla tecnologia enorme necessaria fino a poco fa alla trasmissione di contenuti, con le nuove tecnologie diventa possibile produrre e diffondere creazioni audio disponibili sul proprio smartphone. Sempre, quando e dove vuoi! Ascolta!

 
Contattaci | connettiti

 
Hai problemi per vedere questa mail? Guardala nel browser
Sei registrato/a nella nostra mailing list con . Clicca qui per toglierti dalla lista
Condividi su Facebook Tweet Invia ad un amico
© 2016 Markus Zohner Arts Company / RADIO PETRUSKA, Lugano


LA COLPA: servizio a CULT TV, Radiotelevisione della Svizzera Italiana RSI

Il servizio di Patrick Botticchio a CULT TV, Radiotelevisione della Svizzera Italiana RSI

La Markus Zohner Arts Company si è immersa, attraverso tre lavori, nel complesso tema della colpa.
In primo luogo è nata “Radio Scatenata”, progetto radiofonico che ha visto protagonisti alcuni detenuti del carcere La Stampa, i quali hanno affrontato la questione in modo intimo e personale. La seconda tappa, intitolata “Proust in Prison”, si è materializzata dalla necessità di coinvolgere direttamente gli spettatori “liberi” nel progetto Radio Scatenata. Infine, l’ultima fase ha segnato l’approdo al teatro, della compagnia stessa, con uno spettacolo volto ad analizzare, attraverso le esperienze raccolte in penitenziario, la vastità e la complessità dell’argomento.

Una rappresentazione che interroga, che disturba e che dubita.
Cult Tv ne ha indagato la natura.

Per il servizio di CULT TV segui questo link

Da Locarno a Ipswich: in viaggio con un aeroplano monomotore attraverso la Svizzera, la Germania e la Francia fino in Inghilterra – Quinta parte, il ritorno: tappa da Le Touquet a Besançon 

Da Locarno a Ipswich, quinta parte: da Le Touquet a Besançon. Articolo di Markus Zohner su AZIONE 21 / 2012

Reportage dai cieli: viaggio di Markus Zohner partito su un monomotore da Locarno. Da Locarno a Ipswich: in viaggio con un aeroplano monomotore attraverso la Svizzera, la Germania e la Francia fino in Inghilterra Quinta parte, seconda tappa del ritorno: da Le Touquet a Besançon.

L’articolo puo essere scaricato in formato PDF attraverso questo link

Neuer Artikel erschienen: Die Via Del Ferro – Geheimnisse eines unsichtbaren Tales

Soeben ist mein neuer Artikel in TRANSHELVETICA N° 5 herausgekommen: Die Via Del Ferro – Geheimnisse eines unsichtbaren Tales.

Mittelalterliche und neuzeitliche Eisenerzförderung im Morobbiatal, eine riesige Hammerschmiede aus dem 18. Jahrhundert, Verkohlung ganzer Wälder, abenteuerliche Schmugglerpfade nach Italien, gaukelnde Schmetterlinge und die Frage nach dem besten Rezept für Orangenrisotto.

Text und Bilder: Markus Zohner

Soeben ist mein neuer Artikel in TRANSHELVETICA N° 5 herausgekommen: Die Via Del Ferro – Geheimnisse eines unsichtbaren Tales.  Mittelalterliche und neuzeitliche Eisenerzförderung im Morobbiatal, eine riesige Hammerschmiede aus dem 18. Jahrhundert, Verkohlung ganzer Wälder, abenteuerliche Schmugglerpfade nach Italien, gaukelnde Schmetterlinge und die Frage nach dem besten Rezept für Orangenrisotto.

Die Via Del Ferro – Geheimnisse eines unsichtbaren Tales, von Markus Zohner, erschienen in TRANSHELVETICA N° 5

Die Wildpferde vom Monte Bisbino – ein Rossmärchen

Der neue Artikel in TRANSHELVETICA ist herausgekommen: Die Wildpferde vom Monte Bisbino – ein Rossmärchen (PDF zum Download).

Eine Geschichte über die Pferde die nach dem Tod ihres Bergbauern jahrelang durch die Berge um den Monte Bisbino und Monte Generoso streiften, bis sie vor Hunger in die Dörfer einfielen und dort die heilige Ordnung. aufmischten. Wie die Pferde doch noch dem Schlachthof entkamen, warum die Bergbauern ihnen nachsetzten und wie das Ganze ausging: TRANSHELVETICA 4!

Die Wildpferde vom Monte Bisbino, von Markus Zohner, erschienen in TRANSHELVETICA 4/2011

Die Wildpferde vom Monte Bisbino, von Markus Zohner, erschienen in TRANSHELVETICA 4/2011

AZIONE 17 / 2011: L'ultima avventura, prima parte. Articolo di Markus Zohner

“L’ultima avventura”, prima parte. Articolo di Markus Zohner su AZIONE 17/2011

È venuta fuori la prima parte del mio reportage:”Da Locarno a Ipswich: in viaggio con un aeroplano monomotore attraverso la Svizzera, la Germania e la Francia fino in Inghilterra – Prima parte, la partenza. Da Locarno a Freiburg im Breisgau”

Le prossime tre parti veranno pubblicati durante l’estate.

L’articolo puo essere scaricato in formato PDF attraverso questo link, o cliccando sull’imagine di sotto.

AZIONE 17 / 2011: L'ultima avventura, prima parte. Articolo di Markus Zohner

AZIONE 17 / 2011: L’ultima avventura, prima parte. Articolo di Markus Zohner

Intervista di Markus Zohner a CONTROLUCE, La 1, Televisione Svizzera

Ecco il link alla trasmissione CONTROLUCE: Markus Zohner nell’intervista con Michele Fazioli.
35 minuti di pensieri sul viaggiare, sul teatro e sulla vita.

Alla ricerca dell’antica Via dell’Ambra – 4.000 chilometri a piedi da Venezia a San Pietroburgo

Cosa succede con un uomo durante una camminata del genere?
Dove stanno i pericoli?
È stato un viaggio spirituale?
Che bello il libro, che foto meravigliose!
È vero che è soltanto la via conta, e che la meta è soltanto un pretesto?
Cosa significa viaggiare?

Ha lavorato in Kosovo: cosa era la tematica, perchè era importante per lei?
Come fa recitare i vostri spettacoli intorno al mondo – in che lingua parlate?

è vero che la televisione fa male?

Queste ed innumerevoli altre domade, un colloquio divertente, spiritoso  e anche ironico.

Il navigatore avventuroso - Markus Zohner

Il navigatore avventuroso – Intervista a CAMALEONTE di Rete Uno della RTSI, il 23 dicembre dalle 10:00 – 11:00

“La sua passione per il teatro l’ha concretizzata nel 1987 con la “Markus Zohner Theater Compagnie”,  una fra le compagnie teatrali più innovatrici e all’avanguardia in Europa. Con la sua Accademia organizza progetti di formazione in tutto il mondo insegnando improvvisazione,  linguaggio corporeo, creare e raccontare storie e canto armonico. Oltre al teatro Markus Zohner ha la passione per la barca a vela.. poco tempo fa è stato in Finlandia per un paio di settimane. Navigando al di fuori dell rotte battute dai turisti, tra pontili, saune con forno a legna, cespugli di mirtilli e spiagge rocciose.”

Ascolta l’intervista come podcast

In barca a vela tra le isole incantate della Finlandia: oggi su AZIONE il mio nuovo articolo

Reportage dalla Finlandia: due settimane in barca a vela al di fuori delle rotte più battute dai turisti, tra pontili, saune con forno a legna, cespugli di mirtilli e spiagge rocciose.
Avventurosa navigazione nel
Saaristomeri, un arcipelago che conta tra le 30 e le 70mila isole sparse qua e là nel mare tra la costa sud-occidentale della Finlandia e le isole Åland.

Ecco l’articolo completo.


René Burri, in contatto con la vita – Intervista di Markus Zohner

Quest’autunno, ho avuto l’occasione di incontrare René Burri – un sogno che mi ha accompagnato per diversi anni è diventato realtà.

Oggi, su AZIONE, viene fuori la mia intervista con lui: il grande fotografo svizzero racconta la propria visione di immagine, la relazione con il caso e i cambiamenti che hanno trasformato il mondo.

Ecco l’articolo in PDFRené Burri, in contatto con la vita – Intervista di Markus Zohner