Newsletter del 5 ottobre 2017: STORIE EROTICOMICHE DA „LE MILLE E UNA NOTTE“ al TEATRO DEL GATTO, ASCONA / SVIZZERA

 

Lugano, 05 ottobre  2017
 

Markus Zohner Arts Company Homepage                                              RADIO PETRUSKA HOMEPAGE
ANNIVERSARIO 2017: 30 ANNI MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY STORIE EROTICOMICHE DA „LE MILLE E UNA NOTTE“ CREAZIONE, REGIA E INTERPRETAZIONE: PATRIZIA BARBUIANI, MARKUS ZOHNER
ANNIVERSARIO 2017: 30 ANNI MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY
OGGI: STORIE EROTICOMICHE DA „LE MILLE E UNA NOTTE“ al TEATRO DEL GATTO, ASCONA / SVIZZERA
GIOVEDÌ 5 OTTOBRE 2017, ORE 15:00
Per i suoi 30 anni di attività artistica e teatrale e dopo innumerevoli tournée in tutto il mondo, la Markus Zohner Arts Company è felice di presentare il suo classico Storie ErotiComiche da „Le mille e una notte“, con Patrizia Barbuiani e Markus Zohner, nuovamente in Ticino. 
Se oggi pomeriggio sei libero, vieni!
Patrizia Barbuiani e Markus Zohner parlano sulla loro creazione teatrale Storie erotiComiche da "Le mille e una notte", con la quale hanno girato tutto il mondo.
Mettiti le cuffie e ascolta:

 

Patrizia Barbuiani e Markus Zohner parlano sulla loro creazione teatrale Storie erotiComiche da “Le mille e una notte”

Ascolta il backstage!
Patrizia Barbuiani e Markus Zohner raccontano della creazione del loro spettacolo Storie ErotiComiche da “Le Mille e una Notte”, sulle tournee, i viaggi, le ragioni, i significati e le esperienze con lo spettacolo, in giro per il mondo.
 
INTERVISTA TELEVISIVA DI GIUSEPPE NUCERA A MARKUS ZOHNER: “RADIO FRANKENSTEIN”
INTERVISTA TELEVISIVA DI GIUSEPPE NUCERA A MARKUS ZOHNER: “RADIO FRANKENSTEIN”

 

Markus Zohner, direttore e fondatore della compagnia teatrale Markus Zohner Arts Company, spiega come lo sviluppo della scienza e della tecnica porti inevitabilmente a domande fondamentali sull’identità umana. Radio Frankenstein, spettacolo realizzato in collaborazione con JRC (Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea), andrà in scena nuovamente il 15 ottobre al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”.

Cosa ti fa essere ciò che sei? Cosa mi fa essere ciò che sono? Sei un essere umano perché hai un cuore? Perché hai degli occhi, perché hai un cervello? Perché cammini in maniera eretta, perché ti accoppi con piacere? Perché sai leggere, perché sei capace di scrivere il tuo nome, perché riesci a ricordare, perché credi di sapere di esistere?

dopo gli spettacoli del tutto esaurito a Lugano e al Joint research centre di ispra:

RADIO FRANKENSTEIN al Museo nazionale della scienza a milanO

15 ottobre ore 17:00

Prezzo d’entrata incluso nel biglietto di ingresso al museo. Acquistando il biglietto del Museo online è possibile prenotare il posto per lo spettacolo.

Il 17 dicembre di quest’anno, il neurochirurgo italiano prof. Canavero eseguirà il primo trapianto di testa umana. Non potendo eseguire l’intervento in Europa o in America per questioni etiche e di credibilità, il professore ha accettato di farlo in Cina. Avrà una clinica messa a sua disposizione a Harbin e un’equipe medica di 150 fra dottori e infermieri.

 

CON: PATRIZIA BARBUIANI, SANTIAGO BELLO, LUCA DOMAS, ALESSANDRA FRANCOLINI, IGOR MAMLENKOV, DAVID MATTHÄUS ZURBUCHEN.
TESTO E REGIA: MARKUS ZOHNER
VISUAL ARTIST E INTERACTION DESIGNER: SANDRO PIANETTI

 

 
Cosa ti fa essere ciò che sei? Cosa mi fa essere ciò che sono? Sei un essere umano perché hai un cuore? Perché hai degli occhi, perché hai un cervello? Perché cammini in maniera eretta, perché ti accoppi con piacere? Perché sai leggere, perché sei capace di scrivere il tuo nome, perché riesci a ricordare, perché credi di sapere di esistere?
 
RADIO FRANKENSTEIN: New performance by Markus Zohner Arts Company
 
RADIO FRANKENSTEIN viene creato per i festival HOME Lugano e per RESONANCES II Festival Milano 2017, esposizione con rappresentazioni e installazioni nate dalla cooperazione tra scienziati del Joint Research Center della Commissione Europea ad Ispra e artisti internazionali.
 
 

 

„…la vena creativa di Markus Zohner questa volta è al passo con i tempi e coglie spunto dalla stretta attualità per farci riflettere su un tema che si colloca perfettamente sulla scia del ciclo di approfondimenti «sulle origini del tutto» che il regista e attore da tempo realizza con interviste a tutto campo per la sua Radio Petruska destinata ad ascolti in podcast. L’attualità è quella legata al progetto di Sergio Canavero, il neurochirurgo italiano che vorrebbe trapiantare la testa di un paziente sul corpo di un uomo deceduto per morte cerebrale…."
Critica sul debutto di RADIO FRANKENSTEIN nel settimanale AZIONE 

„…la vena creativa di Markus Zohner questa volta è al passo con i tempi e coglie spunto dalla stretta attualità per farci riflettere su un tema che si colloca perfettamente sulla scia del ciclo di approfondimenti «sulle origini del tutto» che il regista e attore da tempo realizza con interviste a tutto campo per la sua Radio Petruska destinata ad ascolti in podcast. L’attualità è quella legata al progetto di Sergio Canavero, il neurochirurgo italiano che vorrebbe trapiantare la testa di un paziente sul corpo di un uomo deceduto per morte cerebrale….”
INSTAGRAM!

 

FOTOGRAFIE DAI NOSTRI VIAGGI, DALLE PROVE E DAGLI EVENTI!
Mesopotamia. L’uomo scopre e inventa l’agricoltura. Diventa sedentario. Fonde le prime città. Deve tener conto dei suoi possedimenti, inventa i numeri, la contabilità, la matematica, la scrittura. Nasce la nostra civiltà.

MESOPOTAMIA: LA NASCITA DELLA NOSTRA CIVILTÀ. 

CON FRANCES PINNOCK, PROF. ASSOCIATO DI ARCHEOLOGIA E STORIA DELL’ARTE DEL VICINO ORIENTE ANTICO PRESSO L’UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA

 

Mesopotamia. L’uomo scopre e inventa l’agricoltura. Diventa sedentario. Fonde le prime città. Deve tener conto dei suoi possedimenti, inventa i numeri, la contabilità, la matematica, la scrittura. Nasce la nostra civiltà.
 
Un incontro con Frances Pinnock, una delle scienziate più importanti nel campo delle scoperte nella zona di quello che cinquemila anni fa è stata la Mesopotamia.
Ascolta subito!

Scarica la nuovissima APP di RADIO PETRUSKA!

La rivoluzione radiofonica in Ticino è iniziata: RADIO PETRUSKA, il primo podcast culturale indipendente della Svizzera Italiana arriva nelle tasche dei Ticinesi: scaricando la nuovissima APP di RADIO PETRUSKA sul tuo telefonino hai il ricevitore radiofonico del futuro sempre con te.
Scarica adesso gratuitamente l’APP nel App Store (iOS) e in GooglePlay (Android) con immediato accesso a tutti i podcast culturali di RADIO PETRUSKA.
Informazioni sull’APP
“AGLI ESTREMI CONFINI DEL MONDO, DOVE SONO LE PORTE E LE SEDI DELLA NOTTE”. FOCUS SUL TICINO: DALLA PREISTORIA, FINO ALL’ATTRAVERSATA DEGLI ARGONAUTI ALLA RICERCA DEL VELLO D’ORO. CON IL DR. FRANCESCO RUBAT BOREL, ARCHEOLOGO PRE-PROTOSTORICO E DIRETTORE DEL MUSEO NAZIONALE PREISTORICO ETNOGRAFICO “LUIGI PIGORINI” DI ROMA E MARKUS ZOHNER. 01:10:15

“AGLI ESTREMI CONFINI DEL MONDO, DOVE SONO LE PORTE E LE SEDI DELLA NOTTE”. FOCUS SUL TICINO. DALLA PREISTORIA, FINO ALL’ATTRAVERSATA DEGLI ARGONAUTI ALLA RICERCA DEL VELLO D’ORO.

CON IL DR. FRANCESCO RUBAT BOREL, ARCHEOLOGO PRE-PROTOSTORICO.

 

Quali sono le prime tracce dell’uomo nelle Alpi occidentali? Quando è arrivato nel territorio insubre? Quali erano le prime popolazioni che si sono insediate in Ticino? Da dove sono arrivate? 

Un’esplorazione con uno dei più grandi specialisti di archeologia delle Alpi occidentali, dalle prime tracce dell’Uomo nell’Insubria, fino all’attraversata del Ticino da parte degli Argonauti alla ricerca del vello d’oro.

Ascolta adesso!
SERVIZIO COMPLETO! 

Ti mandiamo l’App rivoluzionaria di RADIO PETRUSKA sul tuo cellulare!

 
Non hai ancora la nostra bellissima App, e non hai voglia di occupartene? Ti mandiamo l’App gratuita di RADIO PETRUSKA sul tuo cellulare! Inviaci un SMS al numero +41 79 620 23 62 scrivendo la marca del tuo telefono, e riceverai il link diretto per il download.
 
RADIO PETRUSKA – il primo Podcast culturale indipendente della Svizzera italiana, la rivoluzionaria app Radio Petruska disponibile gratuitamente su App Store e Google Play.
Liberandosi dalla tecnologia enorme necessaria fino a poco fa alla trasmissione di contenuti, con le nuove tecnologie diventa possibile produrre e diffondere creazioni audio disponibili sul proprio smartphone. Sempre, quando e dove vuoi! Ascolta!
Contattaci | connettiti

Hai problemi per vedere questa mail? Guardala nel browser
Sei registrato/a nella nostra mailing list con . Clicca qui per toglierti dalla lista
Condividi su Facebook Tweet Invia ad un amico
© 2017 Markus Zohner Arts Company / RADIO PETRUSKA, Lugano

 

Intervista televisiva di Giuseppe Nucera a Markus Zohner: “Radio Frankenstein”

Markus Zohner, direttore e fondatore della compagnia teatrale Markus Zohner Arts Company, spiega come lo sviluppo della scienza e della tecnica porti inevitabilmente a domande fondamentali sull’identità umana. Radio Frankenstein, spettacolo realizzato in collaborazione con JRC (Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea), andrà in scena il 29 settembre al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” in occasione del Meet Me Tonight di Milano.

 

Ci sentiamo la stessa persona anche se le nostre cellule si rinnovano in continuazione. Saremo capaci di “aggiustare” il nostro corpo come ripariamo la nostra macchina? Manterremo la nostra identità se stamperemo un nuovo fegato, cuore o cervello?
Radio Frankenstein è una performance artistica che studia le odierne possibilità scientifiche e tecniche di modificare, manipolare e creare corpi umani, proiettandole in un futuro prossimo in cui saremo in grado di trapiantare persino una testa umana su un nuovo corpo.

Già oggi, le stampanti 3D sono in grado di realizzare una calotta cranica, cartilagine e muscoli scheletrici a partire da materiali simili alla plastica e cellule vive di esseri umani, conigli, ratti o topi.

Saremo sempre gli stessi se aggiungeremo qualche terabyte al nostro cervello? Cosa succederà al nostro Sé se trapianteremo la nostra vecchia testa in un corpo giovane? Ciò che apparteneva alla fantasia umana fino a ieri, oggi è diventata realtà.

Seconda puntata della serie L’EVOLUZIONE DELL’UOMO : NON RADICI MA GAMBE: LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA.

Seconda puntata della serie L’EVOLUZIONE DELL’UOMO : NON RADICI MA GAMBE: LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA. | Z>ACT 2017 | 01/06/2017: DEAD END SPOON RIVER (anteprima), con la regia di Patrizia Barbuiani | Sette nuovi incontri: LA CREAZIONE DEL MONDO 17-23 luglio 2017 | Podcast: ERIGERSI. ALZARE LO SGUARDO. I PRIMI PASSI DELL’UOMO SULLA TERRA.


Lugano, 28 maggio  2017
 

Markus Zohner Arts Company Homepage                                              RADIO PETRUSKA HOMEPAGE

NON RADICI MA GAMBE: LE PRIME MIGRAZIONI. LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA. CON IL DR. FABIO DI VINCENZO, RICERCATORE E PALEOANTROPOLOGO AL MUSEO DI ANTROPOLOGIA „G. SERGI“ E AL LABORATORIO DI PALEOANTROPOLOGIA PRESSO L’UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA E MARKUS ZOHNER. 01:13:13
 


NON RADICI MA GAMBE: LA STORIA EVOLUTIVA UMANA DALLE ORIGINI AFRICANE ALLA DIFFUSIONE PLANETARIA.

CON IL DR. FABIO DI VINCENZO, RICERCATORE E PALEOANTROPOLOGO AL MUSEO DI ANTROPOLOGIA „G. SERGI“, E MARKUS ZOHNER

Con i suoi primi passi su due gambe, con gli occhi alzati e con lo sguardo verso l’orizzonte, l’uomo ha iniziato a migrare e a conquistare la Terra.
Come nasce la necessità di partire e lasciare la „culla dell’umanità“, l’Africa? Perché e come sono avvenute le prime migrazioni? Come ha fatto l’uomo a diffondersi su tutta la Terra, come ha fatto superare laghi e monti? Come ha fatto ad adattarsi alle diverse zone climatiche?
In questo secondo podcast si viaggia! Si comincia dall’Africa per poi spostarci verso Asia e Europa. Il Dr. fabio Di Vincenzo, ricercatore e paleoantropologo all’università di Roma La Sapienza, ci racconta come sono avvenuti gli spostamenti dei primi ominidi sulla Terra, dell’Homo di Neandertal e dell’Homo Sapiens.
Ascolta sull’app gratuita da AppStore e GooglePlay.

 
 
La prossima settimana: 

DEAD END SPOON RIVER con la regia di Patrizia Barbuiani al festival Poestate, giovedì 1 giugno 2017 ore 19.30, patio municipio Lugano

L’Antologia di Spoon River (Spoon River Anthology) è una raccolta di poesie che il poeta statunitense Edgar Lee Masters pubblicò tra il 1914 e il 1915 sul Mirror di St.Louis. Ogni poesia racconta, in forma di epitaffio, la vita di una delle persone sepolte nel cimitero di un immaginario paesino del Midwest statunitense.
Nella prefazione ad una delle edizioni italiane dell’opera, Fernanda Pivano scrive che „l’autore definiva questo libro qualcosa di meno della poesia e di più della prosa“ e, in effetti, la struttura netta e scarna dei versi sembra dare ragione a Masters. Il tono degli epitaffi è sempre „narrativo“, mai „declamatorio“ e la voce dei protagonisti è sfumata, priva di un vero rimpianto per il passato che non c’è più.
La particolarità del progetto DEAD END SPOON RIVER è la ripresa di composizioni di musica contemporanea che non sono più state eseguite e che vertono proprio sulla poetica di Edgar Lee Masters. 

Gabriele Marangoni svilupperà e comporrà una terza parte in cui i testi nuovi verranno scritti da Patrizia Barbuiani nello stile di epitaffio come da Masters, ma tracciando delle storie e dei quadri di vita e morte più contemporanei e legati alla nostra epoca e alla nostra realtà.

Un’orchestrazione di musica, suoni e voci per riproporre la poesia attraverso una chiave di ascolto visiva e sonora. Tre stralci dal vivo dei tre compositori, di cui non esistono registrazioni, per inquadrare un’opera letteraria e poetica che ha fatto storia.

 
„La stiratrice“, il nuovo romanzo di Patrizia Barbuiani
 
„La stiratrice“, disponibile il romanzo di Patrizia Barbuiani

L’incontro fatale fra uno scrittore famoso in piena crisi artistica e una donna enigmatica fa da sfondo a un intreccio singolare, in cui si incastrano, come scatole cinesi, racconti, pensieri, intuizioni, folgorazioni.
Il fascino sensuale della stiratrice, le sue splendide mani affusolate ed eburnee, la sua personale visione della vita, il mistero delle sue scelte anomale conquistano l’artista che rimane invischiato in una morbosa curiosità.
Mentre la donna rifugge le sue attenzioni galanti per ragioni segrete, lo scrittore attraverso quell’incontro passionale ritrova l’ispirazione per creare un nuovo romanzo.
Una trama sorprendente che tocca con vibranti toni poetici e ironica osservazione temi delicati quali l‘amore, la creazione, l‘ispirazione, la morte. Una storia sulla vita, accattivante, intelligente, dolce, provocante. Un romanzo meraviglioso.” Prof. Rodolfo Bianchi
Il libro può essere ordinato via email e viene inviato senza spese di spedizione: info@fizzo.ch

 
Aperte le iscrizioni:
LA CREATIVITÀ DELL’ATTIMO – CORSO INTENSIVO CON MARKUS ZOHNER
Z>ACT 2017 dal 24-28 luglio 2017 a Lugano
 

ANNIVERSARIO 2017: 30 ANNI MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY

Aperte le iscrizioni:

LA CREATIVITÀ DELL’ATTIMO – CORSO INTENSIVO CON MARKUS ZOHNER

Z>ACT 2017 dal 24-28 luglio 2017 a Lugano

RICERCA DELLA PROPRIA CREATIVITÀ, SUL LINGUAGGIO DEL CORPO E LA COMUNICAZIONE, CON MARKUS ZOHNER


Questo corso è adatto a tutte le persone interessate al teatro, principianti e non che svolgono qualsiasi professione e si basa sulla ricerca della propria creatività, sul linguaggio del corpo e la comunicazione.

Ogni partecipante svilupperà attraverso la tecnica dell’improvvisazione teatrale e il movimento corporeo una base e una comprensione del lavoro dell’attore.

Attraverso esercizi pratici di concentrazione, ritmo, abilità, percezione del tempo e dello spazio si raggiunge una maggiore padronanza del proprio corpo e della propria presenza individuale che verranno guidate in improvvisazioni individuali, a due o tre persone, a gruppi.

Partendo dal puro e semplice movimento, dalla ricerca di uno stato espressivo e passando poi alla parola si svilupperanno personaggi che daranno vita a storie drammatiche, comiche, assurde.

Informazioni e iscrizione

 
A CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO
Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio
A CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO
Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio
 

LA CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO
Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio

Da oggi, domenica 21 maggio 2017 alle ore 9:00

sull’applicazione gratuita RADIO PETRUSKA

disponibile su AppStore e GooglePlay


verranno pubblicati settimanalmente i sette podcast in cui Markus Zohner incontra grandi scienziati del mondo dell’antropologia, della biologia e dell’archeologia.


21/05/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Stefano Peduzzi:
Erigersi. Alzare lo sguardo. I primi passi dell’uomo sulla Terra.

28/05/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Fabio Di Vincenzo:

Non radici, ma gambe: le prime migrazioni. La storia evolutiva umana dalle origini africane alla diffusione planetaria.


11/06/2017: Markus Zohner incontra la Dr.ssa Aixa Andreetta:
La coesistenza di diverse specie umane sulla Terra. Incontro e confronto tra Homo Sapiens e Homo di Neandertal in Europa.


18/06/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Francesco Rubat Borel:  
“Agli estremi confini del mondo, dove sono le porte e le sedi della Notte”. Focus sul Ticino: dalla preistoria, fino alla traversata degli Argonauti alla ricerca del vello d’oro.


02/07/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Gastone Breccia:
Civiltà, migrazioni, guerre. Un viaggio nel lato oscuro della storia umana.

09/07/2017: Markus Zohner incontra la Prof.ssa Frances Pinnock:
Mesopotamia: la nascita della nostra civiltà.


16/07/2017: Markus Zohner incontra il Prof. Andrea Sommariva:
La migrazione nello spazio. I prossimi passi verso l’esplorazione e la colonizzazione dell’universo.


Il comunicato stampa

Scarica l’app gratuita di RADIO PETRUSKA da AppStore e GooglePlay

 
SAVE THE DATE: Sette nuovi incontri LA CREAZIONE DEL MONDO al Longlake Festival Lugano: 17 - 23 luglio 2017
 

ANNIVERSARIO 2017: 30 ANNI MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY
SAVE THE DATE: Sette nuovi incontri LA CREAZIONE DEL MONDO al Longlake Festival Lugano: 17 – 23 luglio 2017

Dopo il racconto della storia Dal Big Bang al Pensiero Umano nel 2015 e la serie della scorsa estate L’EVOLUZIONE DELL’UOMO, anche quest’anno la Markus Zohner Arts Company prosegue il suo progetto teatrale e culturale pluriennale in un nuovo ciclo di sette incontri LA CREAZIONE DEL MONDO.

Sognare di raccontare la storia più grandiosa. Immergersi in mari di domande, le cui risposte generano altri mari. Cercare di capire, di vedere, di afferrare, di intuire. Il desiderio di captare delle idee, di intravedere delle risposte, di scoprire delle tracce.
La speranza di illuminare, con queste nostre minuscole torce di pensiero e fantasia, l’infinità di quello che c’è stato, dei fenomeni che hanno fatto nascere il mondo, i continui sviluppi che ci hanno portato ad oggi, al qui e ora, a questo punto d’incrocio fra passato e futuro. A questo meraviglioso momento che ci permette di pensare, di discutere, di riflettere.

 
ERIGERSI. ALZARE LO SGUARDO. I PRIMI PASSI DELL'UOMO SULLA TERRA. CON STEFANO PEDUZZI, BIOCHIMICO E NEUROBIOLOGO, E MARKUS ZOHNER. - Online dal 21/05/2017
 


ERIGERSI. ALZARE LO SGUARDO. I PRIMI PASSI DELL’UOMO SULLA TERRA. CON STEFANO PEDUZZI, BIOCHIMICO E NEUROBIOLOGO, E MARKUS ZOHNER.

Quando e perché l’uomo si è eretto e che effetto ha fatto lo sguardo rialzato sullo sviluppo del cervello? Cosa differenzia l’umano dal resto delle specie? 
Il pensiero cos’è? Dove, nel cervello è nata la coscienza? 
Il pensiero produce il linguaggio o è il linguaggio a dare forma al pensiero?
Tenendo conto che i primi neuroni sono comparsi nelle meduse 15, 20 milioni di anni fa, se ci posizionassimo su una linea del tempo, noi esseri umani saremmo solo nell’ultima parte. Per noi il cervello è molto prezioso, ma ci sono organismi che il cervello non ce l’hanno, come i tunicati. Cosa ci rende così speciali e così diversi dalle altre specie? Qual è il salto che ci ha portati a differenziarci dagli scimpanzé?
Siamo infiniti? Per quanto il nostro cervello continuerà ad assimilare informazioni? Come si svilupperà nel futuro?
Una prima puntata ricca di domande sull’organo più “costoso” che abbiamo, ma che ci permette di capire come siamo e chi siamo.
Ascolta sull’app gratuita da AppStore e GooglePlay

 
 

FOTOGRAFIE DAI NOSTRI VIAGGI, DALLE PROVE E DAGLI EVENTI!

 
LA PAROLA – IMMAGINAZIONE TEATRALE. 
MARKUS ZOHNER INCONTRA JEAN-MARTIN ROY, MAESTRO DI CREAZIONE TEATRALE.

 
LA PAROLA – IMMAGINAZIONE TEATRALE. 

MARKUS ZOHNER INCONTRA JEAN-MARTIN ROY, MAESTRO DI CREAZIONE TEATRALE. 

Incontrare Jean-Martin Roy è incontrare uno dei miei maestri più importanti.
Il suo insegnameno, in un momento cruciale della mia vita, mi ha aperto le porte al mondo infinitamente ricco della creazione teatrale. 
La nascita della parola dal corpo e dalla voce, gli stretti legami fra immaginazione e espressione, le connessioni fra immaginazione, immagine, sentimento, suono e parola.
E la verità, la sua verità, la verità della persona, del personaggio. E la verità dell’attimo.
Che felicità, dopo tanti anni di lavori teatrali in tutto il mondo, re-incontrare Jean-Martin Roy, e immergermi, insieme a lui, in un mondo di pensieri sul teatro, sulla creazione, sulla fantasia, sulla parola, sull’uomo.

 
 
Ascolta subito!
 

 
Scarica la nuovissima APP di RADIO PETRUSKA!

La rivoluzione radiofonica in Ticino è iniziata: RADIO PETRUSKA, il primo podcast culturale indipendente della Svizzera Italiana arriva nelle tasche dei Ticinesi: scaricando la nuovissima APP di RADIO PETRUSKA sul tuo telefonino hai il ricevitore radiofonico del futuro sempre con te.
Scarica adesso gratuitamente l’APP nel App Store (iOS) e in GooglePlay (Android) con immediato accesso a tutti i podcast culturali di RADIO PETRUSKA.

 
 
Informazioni sull’APP
CREARE UN MONDO DI TEATRO IN TICINO. MARKUS ZOHNER INCONTRA VANIA LURASCHI, ORGANIZZATRICE DI TEATRO.

 

È ONLINE IL NUOVO PODCAST DELLA SERIE

ARTE | SCIENZA | VITA:

MICROSCOPIO SULLA POVERTÀ IN TICINO. MARKUS ZOHNER INCONTRA FRA MARTINO DOTTA, FRATE CAPPUCCINO

Povertà. In Svizzera. In Ticino. A Lugano.

Come nasce la povertà in un paese dei più ricchi del mondo? Esiste un mondo parallelo in Ticino, una società invisibile, uno strato di poveri? Ci sono persone che fanno la fame? Cosa sono le ragioni per la povertà, e quali possono essere i rimedi?


Tavolino apparecchiati! E d’incanto la tavola si imbandì di ogni prelibatezza. Ai tempi dei fratelli Grimm si faceva così, oggi ci pensa un frate cappuccino a sfamare i poveri del Ticino con il suo Tavolino Magico. Fra Martino Dotta ha creato un mondo alimentare e di solidarietà che si è diramato in tutto il Cantone.


Markus Zohner incontra un uomo di fede e di terrena autenticità.

 
 
Ascolta adesso!
 
SERVIZIO COMPLETO! 

Ti mandiamo l’App rivoluzionaria di RADIO PETRUSKA sul tuo cellulare!


Non hai ancora la nostra bellissima App, e non hai voglia di occupartene? Ti mandiamo l’App gratuita di RADIO PETRUSKA sul tuo cellulare! Inviaci un SMS al numero +41 79 620 23 62 scrivendo la marca del tuo telefono, e riceverai il link diretto per il download.

RADIO PETRUSKA – il primo Podcast culturale indipendente della Svizzera italiana, la rivoluzionaria app Radio Petruska disponibile gratuitamente su App Store e Google Play. 
Liberandosi dalla tecnologia enorme necessaria fino a poco fa alla trasmissione di contenuti, con le nuove tecnologie diventa possibile produrre e diffondere creazioni audio disponibili sul proprio smartphone. Sempre, quando e dove vuoi! Ascolta!

 
Contattaci | connettiti

 
Hai problemi per vedere questa mail? Guardala nel browser
Sei registrato/a nella nostra mailing list con . Clicca qui per toglierti dalla lista
Condividi su Facebook Tweet Invia ad un amico
© 2016 Markus Zohner Arts Company / RADIO PETRUSKA, Lugano


Da domenica 21 maggio 2017: LA CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio

 

 

20 maggio  2017
             RADIO PETRUSKA         

COMUNICATO STAMPA

Versione in Google Doc

Lugano, sabato 20 maggio 2017

 

Da domenica 21 maggio 2017:

LA CREAZIONE DEL MONDO – L’EVOLUZIONE DELL’UOMO
Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio

 

Dopo gli incontri radiofonici estivi alla darsena al Parco Ciani di Lugano, in occasione del Longlake Festival 2016

 

Da domenica 21 maggio 2017 alle ore 9:00

sull’applicazione gratuita RADIO PETRUSKA

disponibile su AppStore e GooglePlay

 

si potranno ascoltare i sette podcast in cui Markus Zohner incontra grandi scienziati del mondo dell’antropologia, della biologia e dell’archeologia.

 

Mille domande a grandi scienziati che sono alla ricerca delle origini del tutto.

Sognare di raccontare la storia più grandiosa. Immergersi in mari di domande, le cui risposte generano altri mari. Cercare di capire, di vedere, di afferrare, di intuire. Il desiderio di captare delle idee, di intravedere delle risposte, di scoprire delle tracce.

Dopo il racconto della storia Dal Big Bang al Pensiero Umano adesso la Markus Zohner Arts Company prosegue il suo progetto teatrale e culturale pluriennale in un nuovo ciclo di sette incontri LA CREAZIONE DEL MONDO – L’evoluzione dell’Uomo. Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello spazio.

 

Pensiero e fantasia, minuscole torce che ci permettono di illuminare l’infinità di quello che c’è stato, i fenomeni che hanno fatto nascere il mondo, i continui sviluppi che ci hanno portato ad oggi, al qui e ora, a questo punto d’incrocio fra passato e futuro. A questo meraviglioso momento che ci permette di pensare, di discutere, di riflettere.

Non ci sono spiegazioni facili. Non c’è soluzione. C’è una marea di pensieri da essere pensati, c’è una storia grandiosa da essere scoperta: LA CREAZIONE DEL MONDO.

 

Insieme a grandi scienziati del mondo dell’antropologia, della biologia, dell’archeologia, Markus Zohner racconta, allo stato attuale delle scoperte scientifiche, la nascita dell’Uomo, i suoi sviluppi, la sua natura, la sua propagazione sulla Terra e le sue grandi conquiste: l’evoluzione dagli organismi più semplici verso le diverse specie di ominidi e le successive ramificazioni.

 

Quando è arrivato all’Uomo questo momento dell’autocoscienza : “io esisto”?
L’uomo di natura è un essere migratorio?
Che ruolo giocavano nei suoi sviluppi fenomeni come l’aggressività, la paura, l’intelligenza, i comportamenti sociali, la spiritualità e, alla fine, l’amore?
Che sviluppi si sono susseguiti nel cervello per portare l’uomo da una vita sugli alberi alla costruzione di razzi per la conquista dello spazio?
Chi siamo, dunque?

 

Attraverso questi sette incontri, si vuole raccontare la storia di un percorso lungo tre milioni di anni che ci ha portati a quello che siamo oggi. Scoprire periodi in cui diversi ominidi coesistevano sulla Terra, periodi di migrazioni, di guerre, di sviluppo culturale. Da dove veniamo veramente?
Qual è la ragione, e quale è lo scopo della nostra esistenza su questo pianeta?
Perché l’uomo ha ancora la necessità di migrare?
Mille domande per indagare sulla nostra storia, sulla nostra provenienza, sulla nostra esistenza.

 

I sette podcast “Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello Spazio” saranno disponibili sull’applicazione gratuita RADIO PETRUSKA per AppStore e GooglePlay dalle date seguenti:

 

21/05/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Stefano Peduzzi:
Erigersi. Alzare lo sguardo. I primi passi dell’uomo sulla Terra.

28/05/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Fabio Di Vincenzo:

Non radici, ma gambe: le prime migrazioni. La storia evolutiva umana dalle origini africane alla diffusione planetaria.

 

11/06/2017: Markus Zohner incontra la Dr.ssa Aixa Andreetta:
La coesistenza di diverse specie umane sulla Terra. Incontro e confronto tra Homo Sapiens e Homo di Neandertal in Europa.

 

18/06/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Francesco Rubat Borel:  
“Agli estremi confini del mondo, dove sono le porte e le sedi della Notte”. Focus sul Ticino: dalla preistoria, fino alla traversata degli Argonauti alla ricerca del vello d’oro.

 

02/07/2017: Markus Zohner incontra il Dr. Gastone Breccia:
Civiltà, migrazioni, guerre. Un viaggio nel lato oscuro della storia umana.

09/07/2017: Markus Zohner incontra la Prof.ssa Frances Pinnock:
Mesopotamia: la nascita della nostra civiltà.

 

16/07/2017: Markus Zohner incontra il Prof. Andrea Sommariva:
La migrazione nello spazio. I prossimi passi verso l’esplorazione e la colonizzazione dell’universo.

LA CREAZIONE DEL MONDO

Dal 2015 RADIO PETRUSKA sta portando avanti la realizzazione della serie podcast La Creazione del Mondo.
Dopo il racconto della storia „Dal Big Bang al Pensiero Umano“, adesso è stato realizzato il nuovo ciclo di sette incontri dal titolo La Creazione del Mondo – L’evoluzione dell’Uomo. Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello spazio.
In questa serie, Markus Zohner, insieme a scienziati di spicco,  racconta allo stato attuale delle scoperte scientifiche, la nascita dell’Uomo, i suoi sviluppi, la sua natura, la sua propagazione sulla Terra e le sue grandi conquiste: l’evoluzione dagli organismi più semplici verso le diverse specie di ominidi e le successive ramificazioni, fino alla conquista dello spazio.

È in preparazione la registrazione della terza serie LA CREAZIONE DEL MONDO durante il Longlake Festival 2017 a Lugano. Seguiranno informazioni a breve.

 

RADIO PETRUSKA

RADIO PETRUSKA – il primo Podcast culturale indipendente della Svizzera italiana, la rivoluzionaria app Radio Petruska disponibile gratuitamente su  AppStore e GooglePlay.

Liberandosi dalla tecnologia enorme necessaria fino a poco fa alla trasmissione di contenuti, con le nuove tecnologie diventa possibile produrre e diffondere creazioni audio disponibili sul proprio smartphone. Sempre, quando e dove vuoi!

I contenuti hanno un’altra qualità tecnica, prodotti per essere ascoltati in cuffia, in linea con gli standard radiofonici europei. Si raccomanda l’ascolto con le cuffie!

RADIO PETRUSKA realizza serie di podcast culturali che vengono messe disponibili gratuitamente sull’app RADIO PETRUSKA e sul nostro sito.

Negli ultimi tre anni RADIO PETRUSKA ha prodotto quattro serie radiofoniche per un totale di  oltre 50 ore di contenuti audio.
Sono da fruire on demand, come, quando e dove si vuole.
Ad oggi i podcast hanno raggiunto più di 11.600 ascolti, principalmente dalla Svizzera e dall’Italia, altresì dal resto del mondo.  

 

RADIO PETRUSKA è un progetto artistico della MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY che ha sede a Lugano (Svizzera).
La Compagnia produce spettacoli teatrali, progetti artistici, podcast, offre masterclasses per teatranti, realizza esposizioni, mostre fotografiche e multimediali e con le sue produzioni teatrali viaggia in tutto il mondo. Attualmente la compagnia sta indagando sulla creazione del mondo, sulla manipolazione dell’immaginario comune attraverso le storie raccontate da media, religione e politica, sulla rivoluzione radiofonica in Ticino, sul paradosso degli orologi e sulla futilità del potere.

Contatto: Elisabetta Preite – elisabetta@zohner.com, +41 78 603 88 27

Frank Raes Markus Zohner Arts Company

Per quanto tempo ancora l’uomo esisterà sulla Terra?

Tutti i nostri podcast li puoi ascoltare qui, oppure scarica l’app per rimanere sempre aggiornato! Riceverai in automatico tutti i podcast, senza difficoltà. E ora non ti manca che metterti le cuffie e ascoltarci!

 

Nel quinto podcast, online da domenica 13 marzo, parleremo di scelte, quelle dell’homo sapiens. Oggi viviamo nell’epoca geologica denominata Antropocene (dal greco anthropos che significa uomo). Questa è l’era nella quale all’uomo e alla sua attività sono attribuite le cause principali delle modifiche territoriali, strutturali e climatiche della Terra.

Di tutti questi cambiamenti ce ne parla il Dr. Frank Raes, capo all’unità “Rischi dei Cambiamenti Climatici” presso il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea. Markus Zohner, nel quinto incontro della serie “La Creazione del Mondo – Dal Big Bang al pensiero umano”, indaga sulla storia della Terra, sulle origini e sugli sviluppi della nostra atmosfera. 600 milioni di anni fa l’anidride carbonica gestiva tutto: era di quantità 20/30 volte superiore rispetto a quella che c’è oggi nell’atmosfera. Nell’acqua nasce e cresce la vita, protetta dal caldo generato all’esterno dall’anidride carbonica, dall’idrogeno e dall’azoto. Si sviluppano le piante che si cibano di CO2, quindi diminuisce l’anidride carbonica e aumenta l’ossigeno. Si crea l’effetto serra che diventa importantissimo perché senza, la Terra sarebbe fredda. Il caldo, dunque, c’è sempre stato, ma ora sta aumentando troppo velocemente; l’inquinamento atmosferico dovuto ai combustibili fossili determina l’aumento dei gas serra nell’atmosfera. Le ondate di calore che adesso ci sono ogni 20 anni, alla fine del secolo saranno ogni due anni.

Il nostro modo di vivere causa l’aumento della temperatura globale, gli ecosistemi si spaccheranno, non riusciremo più a vivere bene e noi saremo parte della sesta grande estinzione. Pesci, piante, animali e noi. Ci sarà un futuro in cui scopriranno i nostri fossili sepolti sotto strati di plastica e cemento. Quali cambiamenti sono parte dei normali processi della natura e quali causiamo noi? Perché produciamo CO2? Che cosa deve fare l’umanità? Come può intervenire l’uomo? Abbiamo una chance? Tutto dipenderà dalla nostra intelligenza.

Some answers and a thousand new questions after seven interviews for LA CREAZIONE DEL MONDO | Arte | Scienza | Vita

Where do we come from? Who are we, really? What is a human thought? What is consciousness, where does the need for creating, for inventing, for exploring come from? Why do artists paint, why do explorers go out into the wilderness, what is an actor looking for, in his art?

Some days ago a series of seven Radio Encounters “LA CREAZIONE DEL MONDO | Arte | Scienza | Vita” organized by RADIO PETRUSKA ended.
Investigating the human soul means investigating the principles of human life, of thought and of everything that makes the human being what it is.

We invited artists, actors, a world fampous explorer, a friar and Director of Swiss television to talk with us about creating, about devising, about arts, about  theatre, about a world of poor people in Switzerland and about future of TV and Radio an the era of digitalization, virtualization and interconnection.

Intervista a Maurizio Canetta a Radio Petruska

…with  Maurizio Canetta

Our first guest was Maurizio Canetta, director of RSI (Swiss Italian Public Broadcasting Company), with whomwe  talked about the future of television and of radio.
What will be the duty of public broadcasting company in a future where everybody will be able to produce, broadcast and watch content anywhere in the world and anytime he wants?

This episode will be online from sunday 18/09/2016, 09:00 am here and on our RADIO PETRUSKA App for iOS and Android.

 

Later in January we talked about theatre, interviewing Vania Luraschi, Cristina Castrillo and Jean-Martin Roy, tracing the history of the Theatre in Ticino and exloring theatrical creation and devising, from impulse to body, from imagination through feeling to expression in words.

Markus Zohner con Nando Snozzi

… with Nando Snozzi

Wonderful having one the most important artists from Ticino, Nando Snozzi with us. With his subtle irony, with his fantasy and sarcasm, he shared his story and his very personal ideas and thoughts related to talent, to artistic research, to creation and art.

An intense and touching discussion with Fra Martino Dotta about poverty in Ticino followed, and we had a chance to learn about his very personal project “Tavolino Magico” (“The Magic Table”) collecting food from Supermarkets to re-distribute it to people in difficulty to earn enough money for their meals.

 

Markus Zohner con Fra Martino Dotta a Radio Petruska

… with Fra Martino Dotta

We concluded the series of seven interviews with the famous Swiss mountaineer Romolo Nottaris. His resume includes 70 extra European expeditions, two of which above 8000 meters, the climb to the Fitz Roy in Patagonia with full crossing of Jelo Continental Nord, and the summit of Vinson in Antarctica and Mount McKinley in Alaska. He has done all his expeditions in Alpine style, a “poor” mountaineering style including climbing with no help, no use of fixed ropes, no porters, and execution of all parts of the expedition without oxygen.

Romolo Nottaris and Markus Zohner hardly could be stopped talking and discussing about travelling, about adventures, about the eternal search fro freedom and wilderness.

For listening to the podcasts of the recordings of these events, check out their publication dates here, or download the RADIO PETRUSKA app to stay up to date!
Thorugh ourt App, you will get all the podcasts automatically, delivered to your pocket completely free of charge (THIS is the Future of Radio, btw!).
Just put on your headphones and listen, wherever you are, whenever you want!

Alcune risposte e mille nuove domande a conclusione della rassegna La Creazione del Mondo | Arte | Scienza | Vita

Spesso ci creiamo domande come: da dove arriviamo? Chi siamo veramente? Come nasce il nostro pensiero? Poi ci rendiamo conto che non è così facile trovare le risposte. Pochi giorni fa si è concluso il ciclo di incontri su “LA CREAZIONE DEL MONDO | Arte | Scienza | Vita” organizzato con Radio Petruska.

Indagare sull’animo umano significa indagare sul principio della vita, del pensiero e su tutto ciò che rende l’essere umano quello che è. Per fare ciò, abbiamo invitato ai nostri incontri artisti, attori, un viaggiatore, un frate e un direttore televisivo.

Intervista a Maurizio Canetta a Radio Petruska

Intervista a Maurizio Canetta a Radio Petruska con Markus Zohner

Il primo ospite è stato Maurizio Canetta, direttore della RSI, e con lui si è parlato del futuro della televisione, della radio (e qui ci siamo dentro anche noi). Quello che è stato dipinto è un futuro in cui tutte le persone potranno produrre e guardare contenuti ovunque nel mondo e quando vuole. Certamente, lui, con più di 900 follower su Periscope, è già uno di quelli. Poi ci siamo confrontati con il mondo teatrale intervistando Vania Luraschi, Cristina Castrillo e Jean-Martin Roy, e grazie a loro, siamo riusciti a ripercorrere la storia del teatro in Ticino per andare poi a capire come avviene la creazione teatrale, dal pensiero, ai movimenti, fino alla parola.

Markus Zohner con Nando Snozzi

Markus Zohner e Nando Snozzi

Non poteva mancare uno dei più importanti artisti ticinesi, Nando Snozzi che, con la sua immancabile dose di ironia, fantasia e sarcasmo, ha condiviso con noi la sua storia e le sue personalissime idee legate al talento e all’arte. Passiamo poi a discutere di economia, povertà in Ticino e dell’iniziativa alimentare “Tavolino Magico” con Fra Martino Dotta.

Markus Zohner con Fra Martino Dotta a Radio Petruska

Markus Zohner con Fra Martino Dotta a Radio Petruska

Infine concludiamo con il famoso alpinista ticinese Romolo Nottaris. Il suo curriculum comprende: 70 spedizioni extra europee con due sopra gli 8000 metri, la salita al Fitz Roy in Patagonia con la traversata integrale dello Jelo Continental Nord, la cima del Vinson in Antartide e Il Monte McKinley in Alaska. Il suo è alpinismo allo stato puro. Lo stile alpino, infatti, prevede una scalata senza alcun ausilio, senza corde fisse, senza portantini e senza ossigeno. I suoi sono racconti affascinanti e, naturalmente, carichi di difficoltà e imprevisti.

Ognuno di essi ci ha raccontato della loro vita, degli obiettivi, delle difficoltà e del proprio talento, delle necessità che li ha spinti a creare e a realizzare qualcosa di nuovo, non solo per sé stessi, ma anche per le persone, noi tutti. Quindi, in tutto questo, noi cosa siamo? Cosa diventeremo? Quale sarà il nostro posto nel mondo, e cosa saremo quando l’avremo trovato? Noi di domande ne abbiamo ancora tante, forse più di prima. Certamente non smetteremo di porcene, per noi e per voi.

Per ascoltare i podcast delle registrazioni di questi eventi, trovate tutte le date di pubblicazione online qui. Oppure scarica l’app per rimanere sempre aggiornato! Riceverai in automatico tutti i podcast, senza difficoltà. E ora non ti manca che metterti le cuffie e ascoltarci!

Newsletter 7 dicembre 2014: Carmelo Rifici su RADIO PETRUSKA | IL MANIFESTO di RADIO PETRUSKA | Ordina il tuo regalo di natale | IL MANIFESTO | Le Chimere

 

Lorem Ipsum Dolor Sit Amet
Fusce dapibus, tellus ac cursus commodo, tortor mauris condimentum nibh, ut fermentum massa justo sit amet risus. Donec id elit non mi porta gravida at eget metus. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Donec sed odio dui. Sed posuere consectetur est at lobortis.
Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus
Err sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt.
Neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum quia dolor sit amet, consectetur, adipisci velit, sed quia non numquam eius modi tempora incidunt ut labore et dolore magnam aliquam quaerat voluptatem. Ut enim ad minima veniam, quis nostrum exercitationem ullam corporis suscipit laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur? Quis autem vel eum iure reprehenderit qui in ea voluptate velit esse quam nihil molestiae consequatur, vel illum qui dolorem eum fugiat quo voluptas nulla pariatur?

Lorem Ipsum
Porttitor nec, suscipit ut, pellentesque quis, lacus. Duis adipiscing Aenean sapien nisi.
Read More

Lorem Ipsum
Porttitor nec, suscipit ut, pellentesque quis, lacus. Duis adipiscing Aenean sapien nisi.
Read More

Lorem Ipsum
Porttitor nec, suscipit ut, pellentesque quis, lacus. Duis adipiscing Aenean sapien nisi.
Read More
IL MANIFESTO DI RADIO PETRUSKA
Ascolta: IL MANIFESTO DI RADIO PETRUSKA

Markus Zohner: Le verita su e i segreti del primo podcasto culturale indipendente della Svizzera Italiana
(È raccommadato l’ascolto con cuffie.)


Markus Zohner parla sulla ragione d’esistere di RADIO PETRUSKA.
Perchè fondare una nouova stazione radio? Di che cosa deve parlare una radio, oggi, qui?
Pensiamo: per porre domande. Per pensare. Per dubitare, per cercare di capire.
E che struttura ha bisogno? Dove trasmette, come produce, perchè esiste?
 
Ascolta – una città che costruisce un tempio della cultura per 220 milioni di franchi e dovrà spendere 40 milioni di franchi ogni anno per farlo esistere, chiede alle sue compagnie teatrali di ridurre la loro attività, per mancanza di soldi. Create meno. Fate meno. Riducete la vostra attività perchè la città di Lugano non la potrà sostenere con alcune migliaia di franchi dato che ha messo e continua a mettere centinaia di milioni di franchi in un nuovo tempio della cultura. Ed è quel tempio che ci importa, il cemento, il legno, il marmo. Non il contenuto. Nel contenuto non possiamo più investire. Non ci interessa, in verità. Noi vogliamo il tempio. Così possiamo farci credere che ci sia lo spirito.
 
 
È l’inizio.
Ordina i tuoi regali di natale direttamente da noi!<br /> Il libro di un’avventura unica: Alla riscoperta dell’antica Via dell’Ambra – a piedi da Venezia a San Pietroburgo
Ordina i tuoi regali di natale direttamente da noi!

Il libro di un’avventura unica: Alla riscoperta dell’antica Via dell’Ambra – a piedi da Venezia a San Pietroburgo

Markus Zohner Racconta del suo avventuroso viaggio di oltre 4000 chilometri che lo ha condotto attraverso 12 Paesi nel cuore dell’Europa.
Incontri, riflessioni e racconti di questo viaggio escono in prima edizione corredati da centinaia di fotografie in bianco e nero e a colori e da numerose cartine.
La conversazione con il famoso viaggiatore Miroslav Zikmund a Zlín, nel Sud della Moravia, viene pubblicata per la prima volta e in versione integrale.
Edito da FIZZO Photo Book Film / Lugano.
242 pagine, innumerevoli fotografie in bianco e nero e a colori. Rilegato. ISBN: 978-8-890456-07-7

Carmelo Rifici, regista di teatro | Markus Zohner: C.U.T.! The Sense of life

Ecco, ci siamo con la settima puntata di THE SENSE OF LIFE! Nel contesto del suo progetto culturale triennale C.U.T.! la Markus Zohner Arts Company con il suo progetto radiofonico RADIO PETRUSKA – The Sense of Life, dialoga con Carmelo Rifici, regista di teatro e responsabile per la programmazione di Lugano in Scena.
Markus Zohner e Carmelo Rifici parlano sulla necessità di raccontare storie, di fare teatro oggi, in Ticino, in Italia, in Europa.
Le domande vitali vita: la morte, l’arte, i nostri compiti. Carmelo Rifici e Markus Zohner: IL SENSO DELLA VITA
Filippo Genucchi, Signore delle nevi | Markus Zohner: C.U.T.! The Sense of life

Filippo Genucchi, Signore delle nevi | Markus Zohner: C.U.T.! The Sense of life

Nel contesto del suo progetto culturale triennale C.U.T.! la Markus Zohner Arts Company con il suo progetto radiofonico RADIO PETRUSKA – The Sense of Life, dialoga con Filippo Genucchi, l’uomo delle nevi.
Continua…
Patrizia Barbuiani, attrice, regista, scrittrice | Markus Zohner: C.U.T.! The Sense of life

Patrizia Barbuiani, attrice, regista, scrittrice | Markus Zohner su RADIO PETRUSKA

 

Patrizia Barbuiani e Markus Zohner dialogheranno sulle possibilità di vedere la morte diversamente dallo scontato, di guardarla con occhi di una comediante alla ricerca del senso della vita.
Continua…

Luigi Pedrazzini, ex Consigliere di Stato

Markus Zohner ha incontrato Luigi Pedrazzini per parlare del suo pellegrinaggio verso Santiago de Compostela.
Lasciandosi alle spalle dodici anni di governo, nel 2011 ha intrapreso il Cammino di Santiago de Compostela, percorrendo circa 800 chilometri in 30 giorni e vivendo un’esperienza unica e intensa.
Continua…
LE CHIMERE: Reportage dalla Turchia – sulla rotta di Omero nel Mar Mediterraneo | AZIONE N° 49 / 2014
LE CHIMERE: Reportage dalla Turchia – sulla rotta di Omero nel Mar Mediterraneo | AZIONE N° 49 / 2014

RADIO PETRUSKA su Facebook
RADIO PETRUSKA ha una sua pagina Facebook: facebook.com/radiopetruska

Clicca “LIKE”, e sei il primo a ricevere le ultime novità!
Continua…

#radiopetruska
Col hashtag #radiopetruska contattaci su twitter: manda richieste, domande, commenti, idee, dubbi.

La rivoluzione è solo iniziata…
Continua…

VIDEO

Ecco i video sui nostri spettacoli, sui viaggi, interviste, esposizioni, tutti su una pagina.

Li trovi a anche su VIMEO.
Continua…
Contattaci | connettiti

Markus Zohner Arts Company ° Via Lambertenghi 9 CH ° 6900 Lugano

GSM: +41 / (0)79 / 62 023 62

Website: zohner.com
Mail: webteam@zohnertheater.ch 

Twitter: @markuszohner

Facebook (Company Page): /ztheater 
Facebook (Markus Zohner): /markuzsohner 
Vimeo: /zohner/videos
Soundcloud: /markus-zohner
Flickr Photo Stream: /photos/zohnerarts
Instagram Photo Stream: /zohnerarts
PinterestMarkus Zohner Arts Company
Linkedin

Hai problemi per vedere questa mail? Guardala nel browser
Sei registrato/a nella nostra mailing list con [email address]. Clicca qui per toglierti dalla lista
Condividi su Facebook Tweet Invia ad un amico
© [year] Markus Zohner Arts Company / Lugano

 

Luigi Pedrazzini, Markus Zohner, PETRUSHKA, Lorcarno

Online Luigi Pedrazzini su RADIO PETRUSKA | Prima assoluta di LA COLPA, nuova produzione della Markus Zohner Arts Company: 5/6/7 dicembre 2014, Lugano

 

Online da oggi 26 ottobre 2014: Luigi Pedrazzini, ex Consigliere di Stato | Markus Zohner

Ecco la quarta puntata di THE SENSE OF LIFE! Nel contesto del suo progetto culturale triennale C.U.T.! la Markus Zohner Arts Company con il suo progetto radiofonico RADIO PETRUSKA – The Sense of Life, ha incontrato Luigi Pedrazzini per parlare del suo pellegrinaggio verso Santiago de Compostela.
Lasciandosi alle spalle dodici anni di governo, nel 2011 ha intrapreso il Cammino di Santiago de Compostela, percorrendo circa 800 chilometri in 30 giorni e vivendo un’esperienza unica e intensa.
PRIMA ASSOLUTA: 5/6/7 dicembre 2014, Lugano: LA COLPA – PROGETTO TEATRALE INTORNO ALLA FALLIBILITÀ DELL'ANIMA UMANA

PRIMA ASSOLUTA: 5/6/7 dicembre 2014, Lugano:

LA COLPA – PROGETTO TEATRALE INTORNO ALLA FALLIBILITÀ DELL’ANIMA UMANA

Dopo il progetto radiofonico RADIO SCATENATA, che vedeva come protagonisti i detenuti del carcere La Stampa, e dopo lo spettacolo teatrale interattivo PROUST IN PRISON, la Markus Zohner Arts Company, nella sua ricerca teatrale sulla fragilità e sulla fallibilità dell’anima umana, si confronta con una delle domande più essenziali dell’uomo: LA COLPA.
Online: Nando Snozzi, artista | Markus Zohner

Nando Snozzi, artista | Markus Zohner: The Sense of Life

Nel contesto del suo progetto culturale triennale C.U.T.! la Markus Zohner Arts Company ha incontrato l’artista Nando Snozzi.
Domande, idee e risate sull’esistenza del mondo, sull’anarchia, sull’essere artista in una società materialista e sulla dolcezza del vivere.
Continua…
PETER SCHIESSER | MARKUS ZOHNER su RADIO PETRUSKA

PETER SCHIESSER | MARKUS ZOHNER su RADIO PETRUSKA

 

Pronta per il download la nuova puntata di The sense of life, incontro con il caporedattore di AZIONE Peter Schiesser. Un dialogo sull’esistenza della vera verità, della falsa libertà, dell’omertà e della ricerca del proprio io.
Continua…

Marco Borradori, Sindaco di Lugano | Markus Zohner
La prima puntata di The Sense of Life è online: Markus Zohner incontra Marco Borradori.

I due dialogano sul senso della vita, su come si guida una città, su come si gestisce il proprio essere uomo, come riuscire a dominare tensioni e problemi tra colleghi e avversari politici, come subire…
Continua…

RADIO PETRUSKA su Facebook
RADIO PETRUSKA ha una sua pagina Facebook: facebook.com/radiopetruska

Clicca “LIKE”, e sei il primo a ricevere le ultime novità!
Continua…

#radiopetruska
Col hashtag #radiopetruska contattaci su twitter: manda richieste, domande, commenti, idee, dubbi.

La rivoluzione è solo iniziata…
Continua…

VIDEO

Ecco i video sui nostri spettacoli, sui viaggi, interviste, esposizioni, tutti su una pagina.

 

Li trovi a anche su VIMEO.
Continua…
Contattaci | connettiti

Markus Zohner Arts Company ° Via Lambertenghi 9 CH ° 6900 Lugano

GSM: +41 / (0)79 / 62 023 62

Website: zohner.com
Mail: webteam@zohnertheater.ch 

Twitter: @markuszohner

Facebook (Company Page): /ztheater 
Facebook (Markus Zohner): /markuzsohner 
Vimeo: /zohner/videos
Soundcloud: /markus-zohner
Flickr Photo Stream: /photos/zohnerarts
Instagram Photo Stream: /zohnerarts
PinterestMarkus Zohner Arts Company
Linkedin

 

Intervista con Patrizia Barbuiani: WORDS IN PROGRESS – Romeo & Giulietta | RADIO PETRUSKA

In occasione dei suoi spettacoli a Lugano il 10, 11 e 12 ottobre 2014 a Lugano, Patrizia ha dato un’intervista a Radio Petruska, nella quale racconta del suo nuovo lavoro teatrale WORDS IN PROGRESS – Romeo & Giulietta, in scena nei teatri in Svizzera e in Italia.

Informazioni su Patrizia Barbuiani, sulla compania teatrale TEATROX e sulla produzione a www.barbuiani.com.
Informazioni sugli spettacoli a Lugano attraverso questo link.

Testo e interpretazione
PATRIZIA BARBUIANI
Composizione esecuzione musica
GABRIELE MARANGONI

Costumi SETTIMA BONELLI
Scenografia MARTIN WIESER
Luci ANDREA COSENTINO
Fotografia FIZZO Photo Book Film
Video ALESSANDRO PREMOLI
Intervista con Patrizia Barbuiani: WORDS IN PROGRESS – Romeo & Giulietta | RADIO PETRUSKA

Produzione
TEATROX | Markus Zohner Arts Company

Independent_Theatre_2_1998_Markus_Zohner_Arts_Company_Interview_Rolf_Boysen_NOTV

Interview mit Rolf Boysen in INDEPENDENT THEATRE N° 2

Im Jahr 1998 haben wir den grossen Schauspieler Rolf Boysen zu einem Gespräch in München getroffen. Das Interview wurde in der Zeitschrift INDEPENDENT THEATRE gedruckt. Hier die Ausgabe als PDF.

Der Beginn des Artikels:

Rolf Boysen, 1920 in Flensburg geboren und seit 1978 (wieder) an den Münchner Kammerspielen engagiert, gehört zu den wichtigsten Schauspielern des deutschsprachigen Raumes.

Eine Vielzahl von Rollen hat er in seinem langen Theaterleben gespielt, hat mit Regisseuren wie Kortner, Lietzau, Dorn, Piscator, Schweikart und Langhoff gearbeitet.
Jemand hat einmal gesagt, gute Schauspieler seien wie guter Wein; sind sie schon gut in jungen Jahren, werden sie im Laufe der Zeit beständig besser.

Wir hatten, aus Geburtsgründen, nicht die Gelegenheit, Boysen als jungen Schauspieler zu sehen; jetzt aber ist es für uns jedes Mal eine Sensation, ihn zu erleben. Es gibt keinen Schauspieler, der mehr fasziniert: Sprache wird zu Bild, Worte bilden Raum; Rhythmus, Kraft, Energie verdichten sich zu einem Leuchten, das dem Zuschauer Türen öffnet, wo er niemals welche vermutet hätte. Ob als König Lear, Borkman, als Dorfrichter Adam oder als Amenhotep in Achternbuschs Meine Grabinschrift: Wenn Rolf Boysen auf der Bühne steht, werden Sprache und Körper zu einer Einheit, Theater wird zu Bild, und, endlich zu einer Freude, wie man sie nur selten findet.
Es gibt nicht viele Theateraufführungen, die man glücklich verläßt. Spielt Boysen, kann man sich auf Theater verlassen.

 

Der große Mime im Gespräch über Behandlung von Sprache, über Theaterkrise und das Lachen 

 

Herr Boysen, Ihre schauspielerische Arbeit steht weit über der so vieler Anderer:
Wie nähern Sie sich einer Rolle?

Boysen: Ja, wie gehe ich eine Rolle an? Nun, das dürfte wohl sehr verschieden sein.
Es ist ja klar, daß man an Die Grabinschrift von Herbert Ach- ternbusch anders herangeht als an den Kurfürst in Kleists Prinz von Homburg oder, noch deutlicher, an den Lear. Der Kurfürst entsteht ja sehr aus der Sprache. Lear weniger, oder, sagen wir, nicht so zwingend aus der Spra- che selbst, sondern da muß man schon zurückgreifen auf ganz elementare innere menschliche Situationen.

Und auf eigene Lebensanschauungen, vielleicht könnte man es so sagen.

Insofern unterscheidet es sich, an welche Rolle man herangeht. Aber rein technisch fängt es ja zunächst mal damit an, daß man sie liest, und schon bei Lesen entdeckt man Ecken, bei denen man sich vorstellen könnte, daß es eventuelle Höhepunkte sein könnten. Oder man entdeckt in der Sprache Dinge, wo man meint, man könne dort etwas aufblühen lassen- zum Beispiel bei der Grabinschrift gibt es so Stellen. Und genau das muß man aber tun, denn man könnte die Grabinschrift nicht spielen, wenn man sie nicht sprachlich so behandeln würde. Es wäre ja sehr langweilig, wenn man sie nur so runterlesen würde.

Beim Lear ist das ganz anders – dort ist es die Situation, die sich aus der Handlung ergibt, und die diese wahnsinnigen menschlichen Eruptionen hervorbringt, während der Kurfürst ja sehr streng sprachlich geführt ist (der Prinz von Homburg ist vom Anfang bis zum Schluß im fünffüßigen Jambus geschrieben), da ergibt sich vieles aus der Sprache.

Trotzdem muß man aber schon eine innere Anschauung zu der Figur haben.
Gerade beim Kurfürst ist das ganz wichtig, weil es in gewissem Sinne ja auch eine politische Figur ist. Nun muß man sehen, was die Überhand gewinnt: Ist es ein ganz politisches Stück, oder ist es ein Stück über Traum, oder ist es ein Stück über Staatsführung – da muß man sich schon entscheiden.

Es ist immer ein Unterschied zwischen dem, was man sich im Innern klarmacht, und dem, was man spielt; man darf ja nicht alles herauslassen.

Für mich ist der Kurfürst, trotz der Menschengüte, die er zeigt, ein Unmensch, indem er dem Prinzen von Homburg den Traum wegnimmt- also das Menschlichste, was einer hat. Aber er weiß nicht, daß er ein Unmensch ist, er hält sich für einen sehr guten, väterlichen Landesvater.

So ist es sehr verschieden, wie man an die Rollen herangeht. Ich bin ein verhältnismäßig Langsamer, das dauert seine Zeit, es muß sich langsam entwickeln.

Was mich immer wieder fasziniert hat, wenn ich Sie auf der Bühne gesehen habe, ist, daß Sie, im Gegensatz zu den meisten anderen Schauspielern vor allem auch Ihrer Generation, sehr stark körperlich arbeiten – in jeder Ihrer Rollen…
Körper–Theater ist ja heute eine große Mode, allerdings sieht man häufig, daß hier die Inhalte viel zu kurz kommen. Nicht so bei Ihrer schauspielerischen Arbeit: Sprache und Körperlichkeit bilden eine Einheit und führen so zu einer niegesehenen Durchlässigkeit.

Boysen: Es freut mich, wenn Sie das sagen, allerdings kann ich es nicht beurteilen, denn ich sehe mich ja nicht selbst.

Allerdings halte ich das, was Sie sagen, für sehr wichtig, ich denke, so muß es sein.
Die Körperlichkeit ohne Sprache ist ekelhaft aufdringlich – wenn sie nicht selbst zu einer sehr hohen Kunst gebracht wird.

Ich weiß an jeder Stelle ganz genau, was ich tue und warum ich es tue.
Die Körperlichkeit ist total kontrolliert, es entstehen keine unbewußten Dinge.
Und das halte ich für wichtig, denn Sie müssen ein Ziel haben – und diesem Ziel versuche ich zu folgen.

Die Welt, in der Sie arbeiten, ist vollkommen verschie- den von der, in der ich mich bewege: Sie sind seit vielen Jahren an einem festen Haus, den Münchener Kammerspielen beschäftigt, sind also in ein Ensemble eingebunden.
Nun ist ja jeder Schauspieler auf der Bühne existentiell auf seine Kollegen angewiesen, auf seine Mitspieler.
Sie können sich aber Ihre Mitspieler nicht aussuchen, und ich kann mir vorstellen, daß das nicht immer einfach ist.
Haben Sie einen Weg gefunden, mit dieser Problematik umzugehen (sicher haben Sie das!), und wie sieht der aus?

Boysen: Ich habe da keine Schwierigkeit. Ich glaube, die Münchener Kammerspiele, an denen ich engagiert bin, sind eines der wenigen Theater, an denen es noch ein echtes Ensemble gibt, in dem sich die Mitarbeiter seit vielen Jahren kennen.
Manche machen dies den Kammerspielen zum Vorwurf, sagen, das Ensemble hätte jetzt Staub angesetzt, aber das muß man einfach durchstehen, irgend- wann wird denen das dann von selbst zu langweilig, das dauernd zu behaupten. Ich habe da überhaupt keine Schwie- rigkeiten; ich wüßte nicht einen Einzigen in den Kammerspielen, mit dem ich nicht spielen möchte.
Und wenn man dann noch Holtzmann und mich als Beispiel nimmt – wir sind ja dauernd beieinander, wir sitzen auch noch in der Garderobe nebeneinander, die Nähe geht schon fast ins Uferlose.

Natürlich kennen wir uns schauspielerisch sehr gut, wir kennen uns auch körperlich sehr genau, wir wissen ja um jedes Augenzucken des Anderen; ich halte das für einen großen Vorteil. Allerdings ist das natürlich Teil des Berufes, also Schauspielerei. Wir sind uns im Grunde fremd, ich verkehre privat nicht mit einem Einzigen meiner Bühnenkollegen.

Die Kammerspiele scheinen da tatsächlich eine Ausnahme zu sein. Häufig jedoch, wenn ich in ein Theater gehe, merke ich, daß die Schauspieler, die da gemeinsam auf der Bühne stehen, keine gemeinsame Arbeit tun: Jeder wurschtelt isoliert vor sich hin, sagt seinen Text zwischen die Augen des Anderen und wartet auf sein Stichwort, um weiterreden zu dürfen.
Aber das, was Theater überhaupt erst zu etwas Lebendigem macht, nämlich der Fluß von Energie auf der Bühne, geschieht überhaupt nicht.

Boysen: Sie haben Recht. Es hat hier aber zwei positive Gegenströmungen gegeben: Auf der einen Seite wirklich langjähriges Ensembletheater wie die Münchener Kammerspiele, auf der anderen Seite eine Bildung von freien Gruppen, so zum Beispiel die um Ariane Mnouchkine oder um Peter Brook. Dort ist ein Kern entstanden, der geblieben ist, und so haben diese Gruppen unglaubliche Dinge vollbracht (…)

Fortsetzung hier (Seite 2 ff)

 

 

 

 

Markus Zohner traf Rolf Boysen 1998 in München, hier ist das geamte Interview im PDF.

 

 

 

 

 

Intervista di Markus Zohner a CONTROLUCE, La 1, Televisione Svizzera

Ecco il link alla trasmissione CONTROLUCE: Markus Zohner nell’intervista con Michele Fazioli.
35 minuti di pensieri sul viaggiare, sul teatro e sulla vita.

Alla ricerca dell’antica Via dell’Ambra – 4.000 chilometri a piedi da Venezia a San Pietroburgo

Cosa succede con un uomo durante una camminata del genere?
Dove stanno i pericoli?
È stato un viaggio spirituale?
Che bello il libro, che foto meravigliose!
È vero che è soltanto la via conta, e che la meta è soltanto un pretesto?
Cosa significa viaggiare?

Ha lavorato in Kosovo: cosa era la tematica, perchè era importante per lei?
Come fa recitare i vostri spettacoli intorno al mondo – in che lingua parlate?

è vero che la televisione fa male?

Queste ed innumerevoli altre domade, un colloquio divertente, spiritoso  e anche ironico.