Scarica adesso gratuitamente l’APP nel App Store (iOS) e in GooglePlay (Android) con immediato accesso a tutti i podcast culturali di RADIO PETRUSKA creati finora, e a quelli che verranno prodotti in futuro.
close ×
+

 

Anteprima: DEAD END SPOON RIVER dall’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters

DEAD END SPOON RIVER (anteprima)

Anteprima: DEAD END SPOON RIVER. Regia: Patrizia Barbuiani

01/06/2017 Lugano, Ticino (CH) Free

Details

Time : 19:30
Venue : Festival POESTATE
Address : Municipio Lugano, patio
State : Ticino
Zip : 6900
Phone : +41794485387
Contact Email : info@teatroX.ch
Contact Website : http://http//barbuiani.com
coproduzione TEATROX, SECRET THEATER ENSEMBLE

Per „Poestate“ un’anteprima inedita dello spettacolo che debutterà a novembre al Teatro Foce di Lugano.

L’Antologia di Spoon River (Spoon River Anthology) è una raccolta di poesie che il poeta statunitense Edgar Lee Masters pubblicò tra il 1914 e il 1915 sul Mirror di St.Louis. Ogni poesia racconta, in forma di epitaffio, la vita di una delle persone sepolte nel cimitero di un immaginario paesino del Midwest statunitense.
Nella prefazione ad una delle edizioni italiane dell’opera, Fernanda Pivano scrive che „l’autore definiva questo libro qualcosa di meno della poesia e di più della prosa“ e, in effetti, la struttura netta e scarna dei versi sembra dare ragione a Masters. Il tono degli epitaffi è sempre „narrativo“, mai „declamatorio“ e la voce dei protagonisti è sfumata, priva di un vero rimpianto per il passato che non c’è più.
La particolarità del progetto DEAD END SPOON RIVER è la ripresa di composizioni di musica contemporanea che non sono più state eseguite e che vertono proprio sulla poetica di Edgar Lee Masters.
Gabriele Marangoni svilupperà e comporrà una terza parte in cui i testi nuovi verranno scritti da Patrizia Barbuiani nello stile di epitaffio come da Masters, ma tracciando delle storie e dei quadri di vita e morte più contemporanei e legati alla nostra epoca e alla nostra realtà.
 
Un’orchestrazione di musica, suoni e voci per riproporre la poesia attraverso una chiave di ascolto visiva e sonora. Tre stralci dal vivo dei tre compositori, di cui non esistono registrazioni, per inquadrare un’opera letteraria e poetica che ha fatto storia.
testi: E. Lee Masters, Patrizia Barbuiani
regia: Patrizia Barbuianiinterpreti:
Soprano : Beatrice Binda
Baritono : Renato Cadel
voce sonora: Patrizia Barbuiani
Clarinetto: Dario Garegnani
Fisarmoniche digitali : Sergio Scappini, Gabriele Marangoni
composizione: Mario Peragallo, Gino Negri, Gabriele Marangoni

 

Skip to toolbar