IL CONSCIO. LINGUAGGIO. PENSIERO. Online la sesta puntata della terza stagione LA CREAZIONE DEL MONDO

Buona domenica pensatore parlante!

Da oggi è disponibile per l’ascolto la penultima puntata della terza stagione:
“La creazione del mondo | Io. La generazione dell’anima umana”:
Il conscio. Linguaggio. Pensiero.

Il sesto ospite è il Dott. Lorenzo Magrassi, Professore associato di Neurochirurgia presso il Dipartimento di scienze clinico chirurgiche diagnostiche e pediatriche dell’Università degli Studi di Pavia.

Le sue ricerche riguardano i meccanismi che controllano differenziazione ed invecchiamento dei neuroni, la biologia e la terapia dei gliomi maligni, le basi neurobiologiche del linguaggio ed il loro ruolo nei disturbi della coscienza.

Io. So. Di. Esistere.

Ma dove nasce,dove viene generato quell’ “Io” e dove viene prodotto quel “so”?

Penso.

Che tipo di attività neuronale è?Da cosa dipende il risultato del mio pensiero? È solo una questione di informazioni processate, o la qualità organica del mio cervello, i neuroni, le sinapsi, giocano un loro ruolo? O, detto diversamente: il mio risultato forse è diverso dal tuo risultato, o forse tu arrivi allo stesso risultato nella metà del tempo di cui ho bisogno io? Da cosa dipende? E dove avviene poi questa tessitura finissima di pensieri continui in tutte le direzioni e su tutti i livelli?

Parlo. Scrivo. Formulo.

La parola.Concretizzazione, concetto, comunicazione.

Dove accade nel cervello?Cosa accade esattamente, e come si riescono a studiare questi fenomeni?

Metti le cuffie, schiaccia play, ascolta…

… e scrivicicosa ne pensi!

Per ascoltare tutte le altre puntate, passate e nuove, seguici su iTuneso su qualsiasi altro podcatcher come Spreaker, Overcast, Himalaya, Podcast Addict, Pocket Casts, Apple podcasts, o simili.*

*Per qualsiasi domanda in merito, contattaci: supernova@zohner.com

Online la quarta puntata del nostro podcast: IO, INTELLETTO, ANIMA E SPIRITO: RIPORTARE IN VITA CIÒ CHE CREDEVAMO PERDUTO.

Buongiorno spirito intellettuale!

Da oggi è disponibile per l’ascolto la quarta puntata della terza stagione
“La creazione del mondo | Io. La generazione dell’anima umana”:
Io, intelletto, anima e spirito. Riportare in vita ciò che credevamo perduto.

Il quarto ospite è il Dott. Igor Sibaldi, scrittore e saggista. È studioso di teologia, filologia, filosofia e storia delle religioni; è autore di opere sulle Sacre Scritture e sullo sciamanesimo, oltre che di opere di narrativa e teatro. Dal 1997 tiene conferenze e seminari in Italia e all’estero su argomenti di mitologia, di esegesi e di psicologia del profondo.

In questo incontro sembra di essere in un frullatore di pensieri, ricordi e idee. Si parte da più di 4500 anni fa, con il mito di Iside e Osiride, il quale presenta la più complessa, ma straordinaria elaborazione del pensiero etico-filosofico-religioso egizio. Essi non immaginarono solo la resurrezione, ma scoprirono l’esistenza di universi paralleli in cui ciò che è passato vive ancora e spiegarono come giungere fin là, invertendo il corso del tempo. Successivamente gli evangelisti approfondirono questa tematica e pensarono che il noûs (quello che possiamo tradurre con intelletto) fosse quella parte della nostra vita interiore che non ha tempo e spazio.

In questa puntata il Dott. Igor Sibaldi, scrittore e saggista italiano, ci accompagna in un viaggio alla scoperta del pensiero europeo, iniziando dagli egizi, passando dai greci antichi e i romani, per poi confrontare tutto questo con le più recenti teorie della fisica quantistica.

Un incontro in cui sembrano ovvi pensieri che sono segreti e chiare come la luna idee dimenticate.

Metti le cuffie, schiaccia play e ascolta…

… e scrivici cosa ne pensi!

 

Per ascoltare tutte le altre puntate, passate e nuove, seguici su iTunes o su qualsiasi altro podcatcher come Spreaker, Overcast, Himalaya, Podcast Addict, Pocket Casts, Apple podcasts, o simili.*

*Per qualsiasi domanda in merito, contattaci: supernova@zohner.com

Il corso intensivo di Markus Zohner sulla ricerca della propria creatività, sul linguaggio del corpo e la comunicazione LA CREATIVITÀ DELL’ATTIMO si è svolto al Ex Macello di Lugano. Una settimana di ricerche sulle tecniche di improvvisazione teatrale, del corpo, della voce, del movimento.

Z>ACT 2020 dal 27 al 31 luglio a Lugano! LA CREATIVITÀ DELL’ATTIMO – CORSO INTENSIVO CON MARKUS ZOHNER

Sono aperte le iscrizioni:

Z>ACT 2020 dal 27 – 3 luglio a Lugano

LA CREATIVITÀ DELL’ATTIMO – CORSO INTENSIVO CON MARKUS ZOHNER

RICERCA DELLA PROPRIA CREATIVITÀ, SUL LINGUAGGIO DEL CORPO E LA COMUNICAZIONE, CON MARKUS ZOHNER

Questo corso è adatto a tutte le persone interessate al teatro, principianti e non che svolgono qualsiasi professione e si basa sulla ricerca della propria creatività, sul linguaggio del corpo e la comunicazione.

Ogni partecipante svilupperà attraverso la tecnica dell’improvvisazione teatrale e il movimento corporeo una base e una comprensione del lavoro dell’attore.

Attraverso esercizi pratici di concentrazione, ritmo, abilità, percezione del tempo e dello spazio si raggiunge una maggiore padronanza del proprio corpo e della propria presenza individuale che verranno guidate in improvvisazioni individuali, a due o tre persone, a gruppi.

Partendo dal puro e semplice movimento, dalla ricerca di uno stato espressivo e passando poi alla parola si svilupperanno personaggi che daranno vita a storie drammatiche, comiche, assurde.

Qui trovi tutte le informazioni sul corso e sull’iscrizione!

Per qualsiasi domanda scrivici a supernova@zohner.com

A domenica prossima, ti manderemo una mail con la terza puntata del nostro podcast!
Qui trovi la programmazione completa.

Online la seconda puntata del nostro podcast: Siamo nati per credere. L’intelligenza. Io. Morale. Religione.

Da oggi è online la seconda puntata del podcast: LA CREAZIONE DEL MONDO | Io. La generazione dell’anima umana.

Nel mondo esistono due categorie di persone: chi pensa che i misteri possano essere risolti e chi apprezza il mistero in quanto tale perché vuole che esista.  L’ospite di questa puntata è uno di quelli che appartiene alla prima categoria, il Prof. Giorgio Vallortigara.

Negli ultimi anni il Prof. Vallortigara si è dedicato allo studio di un problema specifico, grazie anche a fondi dell’Unione Europea: cosa ci consente di distinguere cose animate da quelle non animate? Se sentiamo lo scricchiolio di qualcosa, pensiamo subito che sia qualcuno e non qualcosa. Siamo cacciatori di „animatezza“? Cosa ci permette di fare queste distinzioni?

E tu, a quale categoria di persona appartieni? Dopo aver ascoltato questo podcast, potrai dire di saperlo con certezza.

La serie “La creazione del mondo” è stata pubblicata gratuitamente con Radio Petruska nel podcast della Markus Zohner Arts Company.

Per ascoltare tutte le altre puntate, passare e nuove, seguici su iTuneso su qualsiasi altro podcatcher come SpreakerOvercastHimalayaPodcast AddictPocket CastsApple podcasts, o simili.

Per qualsiasi domanda in merito, contattaci: supernova@zohner.com

Buon ascolto e buona domenica!

Cosa ti muove? Il cervello umano. Prima puntata della nuova stagione del podcast della Markus Zohner Arts Company

Buongiorno bevitore di intelletto!

Da oggi puoi ascoltare la prima puntata della terza stagione “La creazione del mondo | Io. La generazione dell’anima umana”.

Abbonati al nostro podcast! Cerca “Markus Zohner Arts Company” su

iTunes SpreakerOvercastHimalayaPodcast AddictPocket CastsApple podcasts, o su qualsiasi altro podcatcher.

Il primo ospite è il Prof. Dr. med. Dr. phil. Alain Kaelin, Neurologo, Direttore medico e scientifico del Neurocentro della Svizzera Italiana,* Istituto di Neuroscienze Cliniche della Svizzera Italiana, Ospedale Civico di Lugano e professore ordinario presso l’Università della Svizzera italiana.

Che cosa bisogna fare per pensare? Il primo a rispondere alle cervellotiche domande di Markus per Radio Petruska è il Prof. Kaelin, che senza esitazione risponde: “Serve il cervello!”, che sebbene sia piccolo (il suo peso è di 1,5Kg), è l’organo più complesso di tutti. Basti pensare alla Via Lattea. Nella nostra galassia ci sono 200 miliardi di stelle e nel nostro cervello ci sono 100 miliardi di neuroni”. Quindi, il numero di neuroni in due cervelli equivale alla quantità di stelle in una galassia.

Chi sei? Chi è questa persona? Come fa quel corpo di ossa, muscoli, pelle e liquidi ad essere mosso, a muoversi? Come funziona il coordinamento tra visione, percezione, tatto con la contrazione di muscoli, per creare azione e movimento nello spazio, per afferrare e spostarsi? Come fa il cervello, da migliaia di impulsi, coordinando e controllando migliaia di muscoli in un equilibrio labile, a creare un’azione concreta, che la fa sembrare conscia?

La serie “La creazione del mondo” è stata pubblicata gratuitamente con Radio Petruska nel podcast della Markus Zohner Arts Company.

Buon ascolto, buona domenica

!Per qualsiasi domanda in merito, contattaci:* supernova@zohner.com

Puoi ascoltare il nostro podcast qui:Apple PodcastsCastbox Radio PublicTuneInStitcher RSS FeedPocket CastsOvercast Sprecher Deezer

 

Buongiorno creatore del mondo!

Abbiamo già preparato il trailer per te:
“LA CREAZIONE DEL MONDO | Io. La generazione dell’anima umana”!

Da domenica 10 novembre verrà pubblicata la terza stagione della serie podcast “LA CREAZIONE DEL MONDO | Io. La generazione dell’anima umana”.

La trilogia radiofonica “La Creazione del Mondo” è iniziata nel 2015 con la prima stagione “Dal Big Bang al pensiero umano”, seguita dalla seconda “L’evoluzione dell’uomo – Dai primi passi sulla Terra alla conquista dello spazio” e la terza: “Io. La generazione dell’anima umana”.

La creazione del mondo. Tre stagioni, ognuna di sette incontri.
Oltre 30 ore di trasmissioni radiofoniche.

1500 persone hanno assistito agli incontri e finora oltre 20’000 persone hanno ascoltato le prime due stagioni del nostro podcast.

Ringraziamo di cuore gli scienziati che hanno accettato i nostri inviti e che sono venuti, anche da lontano, a Lugano per parlare con me sui loro studi scientifici e sulle loro ricerche. Ringraziamo la città di Lugano, specialmente il Dr. Claudio Chiapparino, per l‘ospitalità durante il Longlake festival, ringraziamo la Fondazione Svizzera per la Radio e la Cultura per il gentile sostegno, ringraziamo i collaboratori, il pubblico e, naturalmente, ringraziamo te, fedele ascoltatore.

La serie “La creazione del mondo” è stata pubblicata gratuitamente con Radio Petruska nel podcast della Markus Zohner Arts Company.
La puoi ascoltare su iTunes, e su qualsiasi altro podcatcher come SpreakerOvercastHimalayaPodcast AddictPocket CastsApple podcasts, o simili.

Per qualsiasi domanda in merito, contattaci: supernova@zohner.com

Buon ascolto,
a domenica!

Good Morning, Sunshine!

Hello dear friends, colleagues, theatre people, spectators, listeners and passers-by!

Here we are again! So much is going on in this moment, today we’ll share with you our most imminent project:

We are proud to announce that on 12th and 13th of July the Markus Zohner Arts Company will perform at the Pohoda Festival in Trenčín/Slovakia. We’ll show our new production RADIO FRANKENSTEIN at the Optimistan tent on both days. After the performances, public will have a possibility to discuss with actors, with the director and with coproducer Joint Research Centre of the European Commission, who is hosting the events.

The scenography and the equipment are ready to be shipped to Slovakia. Our staff of ten people is preparing to travel to one of the biggest music and arts festivals in Europe. Indeed, for three days there will be 30’000 people taking up the airport of Trenčín for a wonderful festival for music, arts, theatre and dance.

Come! Just let us know beforehand: availability of seats for RADIO FRANKENSTEIN is limited.
Here you can find all the information about the performance and the festival.
See you there!

BUONA FESTA DELLA SANTA SUPERNOVA!

Come ogni anno a questo punto festeggiamo la nostra Supernova – l’esplosione stellare che 4,5 miliardi anni fa ha fatto nascere il nostro sistema solare e, con esso, gli elementi e le molecole dei quali siamo fatti. Ha passato l’energia perfetta per noi al nostro Sole, ha dato la spinta ai nostri pianeti e ha sfornato le combinazioni chimiche dei nostri sassi, dei sali, dei carboni.
Siamo grati a quest’evento unico – unico perché importante per noi, ma nella sua frequenza più che quotidiano nell’Universo.
Ci inchiniamo davanti a quest’impulso enorme, ci inginocchiamo davanti alla morte, all’ultimo atto, distruttivo e spettacolare, del ciclo evolutivo di quella stella massiva. E balliamo e cantiamo in lode alla sua energia enorme, liberata attraverso la sua esplosione, che l’ha fatta diventare una stella rinascente così luminosa da splendere più di una intera galassia.
Supernova nostra! Ci hai dato tutto e ti siamo infinitamente grati per aver ricevuto da te molecole, energia e tempo, per aver la possibilità di godere di questo minuscolo momento di vita cosciente. Ti dobbiamo quest’attimo infinitesimamente piccolo che ci permette, per la duratura di un lampo, di aprire gli occhi sul mondo, su quello che siamo, su quello che é stato, sull’Universo.
E di poter creare – sempre essendo coscienti della piccolezza della nostra esistenza e di quella del nostro contributo. 
Santa Supernova! Ti siamo anche grati perché ci fai vedere le dimensioni giuste: che siamo una muffa su un pianeta con acqua abbastanza e temperature favorevoli per farci nascere, crescere e prolificare. Non siamo niente di speciale, anche se ci piace pensarlo, come ci piace poi dedurre da questo pensiero un poco arrogante che ci deve essere un’entità magnifica che ci ha voluti. Un’entità che poi ci fa torturare e uccidere un signore inchiodandolo a due legni in croce, il tutto per farci credere che esiste una vita eterna. Non c’è. Né entità. Né vita eterna.
Supernova! Oggi tutte le campane hanno cantato in tua gratitudine per averci regalato questa immensa fortuna: di poter vivere questo enorme, questo minuscolo attimo.

Aquista qui il nuovo romanzo di Patrizia Barbuiani fresco di stampa: Il canto degli antenati


IL CANTO DEGLI ANTENATI è più che un grande romanzo, è lo stupefacente ampliamento di un grande coro, o per meglio dire di un canone che sale da una tonalità all’altra e si dispiega dall’inizio della vita fino alla morte e viceversa, attraverso la filigrana polifonica delle trasparenti voci di Settimo e i suoi fratelli, dei suoi genitori e progenitori, incastonata in un passato che non ha mai smesso di esistere.
Rodolfo Bianchi
Il romanzo „Il canto degli antenati” è formato da due piani di scrittura, suddivisi, che si intercalano in modo progressivo. Un primo piano evolve con un testo redatto sotto forma di diario, composto dal protagonista della storia, che ripercorre la sua vita a ritroso. Un secondo piano redatto sotto forma di romanzo descrittivo situa la storia cronologica della famiglia del protagonista, una famiglia del sud Italia, emigrata per sopperire alla fame e per cercare lavoro in Svizzera e sulle sue vicissitudini per ambientarsi nel nuovo paese. 

Titolo:        Il canto degli antenati
Autrice:     Patrizia Barbuiani
Copertina: flessibile
Pagine:      340
Prezzo:      28,- Franchi
ISBN:         9788898018574
Editore:     edizioni ulivo



Lo sviluppo si articola con due tempi contrapposti, la vita dell’uomo che va dalla morte alla nascita e quella della famiglia che si sviluppa dalla nascita alla morte. In questi due sistemi il lettore inquadra a poco a poco un tempo che sta sopra al sistema, come due ingranaggi che girano in due direzioni differenti e nello stesso tempo, incastrandosi, permettono all’orologio di funzionare e battere i secondi in maniera ottimale. Si scopre così pian piano il punto in comune delle due visioni, quello personale del protagonista narrato in prima persona e quello degli eventi vissuto dai suoi familiari e riletto nella loro ottica.

Sullo sfondo della storia personale la “storia”, che funge da cornice, che si dipana dall’inizio del secolo scorso per arrivare ai nostri giorni.

Il protagonista Settimo, un vecchio e famoso cantante d’opera malato e ridotto su una sedia a rotelle si è rifugiato in un prestigioso Kurhaus in Svizzera. La sua vita è ormai allo stremo e la malattia lo ha incattivito. Non vuole rassegnarsi ad accettare la morte. E’ ritornato alla valle della sua fanciullezza, alla montagna che sovrasta il villaggio, alla gente da cui è fuggito. Durante le cure si accorge che le acque gli stanno ridando le forze, che il trattamento non solo favorisce la guarigione dalla malattia, ma lo porta a poco a poco a ringiovanire. L’aver bevuto a quella fonte primordiale gli permette di rivivere il passato ormai seppellito, di ridimensionare il suo futuro, di ritrovare la speranza, ma soprattutto gli permette di riacquistare quel suo strumento magico ormai perduto, la sua voce.

Dal Sud Italia, a cavallo fra due secoli, Camilla decide di sfidare la sua terra e le sue ancestrali paure e di tentare il viaggio della fortuna, il viaggio che darà la svolta a una vita di stenti e di dolori. Abbandona con i suoi figli il paese natio e si inoltra verso il nord, verso la terra promessa, per costruire un futuro diverso per sé stessa e per i suoi figli. Si dipanano le sue vicissitudini e quelle degli altri protagonisti, si risale alla nascita dell’ultimo figlio che diventerà un cantante d’opera famoso in tutto il mondo. Un grande affresco di figure che lottano per crearsi uno spazio vitale, una ragione di esistere, un barlume di felicità.



barbuiani.com

Buona domenica, anno nuovo!

Il 2019 sarà l’anno dei libri: oltre la concezione di un nuovo progetto triennale e la produzione di un nuovo spettacolo (prima assoluta: 8 novembre 2019 a Lugano), stiamo lavorando sulla pubblicazione di una serie di libri. 

Come il teatro che diventa azione concreta, con un pubblico vero, vivo, reale, vorremmo far diventare pensieri, teorie, avventure parola concreta, stampata, esistente realmente. Immagini su carta, lettere nere su bianco.
Il primo volume della nuova serie verrà pubblicato il 1° luglio, appena abbiamo più informazioni, ti scriviamo!
Da subito sono aperte le iscrizioni per  Z>ACT 2019, dal 22 al 26 luglio a Lugano. Trovi le prime informazioni dettagliate su questa pagina. Il numero di posti è limitato.
Nel frattempo il presidente americano dichiarerà Stato d’Emergenza per ricevere il suo muro contro i poveri, l’Inghilterra si butterà in un abisso oltre l’Europa e il 2019 diventerà l’anno più caldo dall’inizio delle registrazioni meteo.
Speriamo che presto ci rivediamo!
Scrivici sempre, se hai delle domande, delle idee, dei dubbi, delle necessità. O se vuoi semplicemente salutarci. Ci fa piacere.
Buona domenica, buon anno nuovo!
IPOTESI PER UN'UTOPIA di NANDO SNOZZI

Buongiorno, critico d’arte!

Fermentazioni. Incontri. Letture, discussioni, viaggi meditativi. Ricerche e pensieri.


Mentre il problema culturale più grande della Città di Lugano nelle ultime settimane sembra essere quale ufficio sia figo e costoso abbastanza per regalarlo al suo figlio prediletto che ha capito come vendere la salsa rosa come Vin Santo, la cultura sta avvenendo da altre parti. Noi stasera andiamo a vedere uno dei grandi artisti del Ticino, Nando Snozzi, alle Officine Ghidoni di Riazzino. Alle 20:30 presenta L’azione scenica “Ipotesi per un’utopia“.

 „Ipotesi per un’utopia è una folle corsa palindroma sul percorso della mia memoria e delle mie esperienze vissute, stravolte, reinventate e l’incontro con diverse/i compagne/i di viaggio.“

Non ci sarà salsa rosa, promesso. Vin Santo, si.

Abbiamo iniziato anche la postproduzione delle registrazioni fatte quest’estate: LA CREAZIONE DEL MONDO – Io. La generazione dell’anima umana. Saranno pronte in anteprima per i nostri membri sostenitori da metà novembre. Qui sotto ti diciamo come iscriverti.


Ci rifacciamo vivi presto! Nuovi pensieri, nuove tematiche, nuove ricerche, nuove avventure.
Scrivici! Siamo sempre felici ricevere posta.
A presto, un autunno spettacolare!

Nuovo: Sostieni la Markus Zohner Arts Company! Abbiamo bisogno di te!

È facile e molto bello diventare membro sostenitore della Markus Zohner Arts Company!
Puoi donare in diverse maniere: versando una certa somma sul nostro conto, o abbonandoti ad uno dei nostri piani di donazione.

La Markus Zohner Arts Company produce spettacoli teatrali, crea progetti artistici, sviluppa la radio nuova ed indipendente RADIO PETRUSKA, pone le grandi domande dell’Uomo ad artisti, scienziati, filosofi e ricercatori, e ne crea podcast, testi e spettacoli.

Stiamo lavorando per te 23 ore al giorno, per 364 giorni all’anno, pensando, scrivendo, provando, registrando, discutendo, ma anche danzando, studiando, ascoltando, leggendo e camminando.

Vuoi sostenere questa attività senza sosta di una compagnia senza paura?
Puoi donare 25.–, 50.–, 100.– o quanto ti pare! Puoi aderire ad una dei nostri piani per versare i soldi mensilmente, trimestralmente o annualmente, o puoi versare un importo una volta per tutte. (Per donazioni sopra i 1’000.– chiamaci subito allo +41 79 620 23 62).

Donando, puoi anche specificare il campo o il progetto che desideri sostenere: Il nuovo spettacolo? LA CREAZIONE DEL MONDO, serie di incontri radiofonici? Il nuovo libro in fase di preparazione? O semplicemente la nostra attività artistica, in generale? La scelta è tua!

Importante: abbiamo anche introdotto una forma di sostegno che non ti pesa, anzi, ci aiuti alla grande e non la senti neanche: se ci includi nel tuo testamento, ti assicuri che anche dopo la tua scomparsa fioriranno spettacoli unici, domande pericolose, testi inaspettati e idee libere. Che senso c’è, nella vita (e nella morte), se non: dare?

 

 

Questa è la cedola di versamento con tutte le coordinate per pagare qualsiasi importo, in qualsiasi momento.

Le nostre coordinate bancarie:
CH72 8037 5000 0011 9309 1
Markus Zohner Arts Company
Banca Raiffeisen Lugano
6900 Lugano